Notte di follia in viale Italia, ore contate per chi ha premuto il grilletto. Riunione d’urgenza in Prefettura

0
30

Alfredo Picariello – Si starebbe per chiudere il cerchio sulla notte di follia di ieri ad Avellino, con sei colpi di pistola esplosi e tre feriti. La persona che, confusa tra migliaia di tifosi che festeggiavano la vittoria dell’Italia sulla Spagna, ha sparato, avrebbe le ore contate. L’episodio è avvenuto in viale Italia, all’altezza della scuola “Solimena”, una zona dove ci sono numerose telecamere a circuito chiuso.

Le indagini avviate dai carabinieri del Comando provinciale non escludono alcuna pista. A quanto sembra, però, si tratterebbe di un regolamento di conti, forse per motivi di droga. Al pronto Soccorso dell’ospedale “Moscati”, come detto, ci sono finiti in tre. Le loro condizioni non destano preoccupazione.

I tre, tutti di Avellino, sono un 28enne, ferito di striscio all’ascella, un 48enne e un 26enne, padre e figlio, colpiti alla coscia sinistra e al fianco sinistro. Il Prefetto di Avellino, Paola Spena, ha convocato d’urgenza, via skye, il Comitato per l’ordine e la sicurezza nella tarda mattinata.