Noi Campani: “Necessario un confronto sulla sanità in Irpinia”

Noi Campani: “Necessario un confronto sulla sanità in Irpinia”

3 Marzo 2021

Noi Campani in Irpinia affronta la gestione della sanità in provincia di Avellino. Dal piano vaccinale, alla soppressione dell’ospedale Landolfi di Solofra, passando per la riorganizzazione dei distretti sanitari locali e la stabilizzazione del personale sanitario.

Di questo ne hanno discusso il segretario provinciale Ciro Aquino, il presidente Francesco Rauseo, il vice segretario regionale Guerino Gazzella, la responsabile regionale delle donne Adele Nigro, i dirigenti Bruno Aliberti, Antonio Della Porta ed il segretario cittadino di Avellino, Armando Pirone.

Gli esponenti del movimento di Clemente Mastella, dunque, in Irpinia sono pronti ad avviare un confronto sul diritto alla salute dei cittadini coinvolgendo gli alleati che sostengono il Governatore della regione, Vincenzo De Luca. 

“Non si può immaginare di lasciare, in piena pandemia, la sanità allo sbando con una approssimazione di gestione dei servizi e delle strutture sul territorio. L’impegno del gruppo dirigente irpino di Noi Campani è richiamare l’attenzione del governo regionale anche sulla stabilizzazione dei precari del comparto sanitario, a partire dagli operatori del 118 che hanno profuso grandi sforzi e sacrifici in questi anni”.

“Del resto la presa di posizione dello stesso presidente della commissione sanità, Vincenzo Alaia, nei confronti dell’Asl di Avellino in merito alla approssimata organizzazione sul territorio dei centri vaccinali, è stata colta con spirito costruttivo, anche perchè apre spazi di riflessione intorno alla gestione dei servizi di competenza delle aziende sanitarie locali che meriterebbero di essere approfonditi sulle tante inefficienze e sottoposti al vaglio del presidente della regione”.

Sulla riorganizzazione dei distretti sanitari Noi Campani avanza una proposta che ottimizza i costi e rendi i servizi più efficienti che a breve sarà presentata all’attenzione della Commissione sanità attraverso i consiglieri regionali del movimento, Luigi Abbate e Maria Luigia Iodice.

“Infine, è stata dedicata ampia discussione sulla soppressione del presidio ospedaliero di Solofra che nonostante le rassicurazioni più volte espresse dal management dell’azienda Ospedaliera Moscati di Avellino allo stato di fatto la struttura si avvia verso la soppressione”.

“Una dismissione che non può essere accettata, tanto che Noi Campani ha richiesto un’audizione in commissione sanità del manager Renato Pizzuti e che veda anche la partecipazione dei sindaci e dei medici del nosocomio della città della concia. Con l’emergenza sanitaria in atto da oltre un anno non è possibile decimare la presenza delle strutture ospedaliere sul territorio, in particolare nelle aree interne della regione”.