Nasconde droga nell’ano e rischia di morire in carcere

0
6

Un uomo di circa 60 anni, di origine napoletana al rientro dal permesso premio  concessogli per buona condotta dal Magistrato di Sorveglianza del Tribunale di Avellino ha rischiato di morire, se non gli uomini del Comandante Commissario NAPOLITANO Attilio avessero metto in atto tutte le necessarie misure volte a ricorrere ad un immediato ricovero urgente presso l’Asl di Avellino disposto dal Sanitario della struttura penitenziaria.-

L’uomo definito con un breve fine pena per reati di traffico internazionale di sostanze stupefacenti, prima di accedere in Istituto avrebbe introdotto nell’ano un ovulo contenente della sostanza stupefacente che a breve sarebbe fuoriuscita causando una sicura over dose cagionando così la morte del prevenuto.-

Quindi presso l’ASL di Avellino i sanitari hanno messo in atto un delicato intervento affichè l’ovulo venisse recuperato senza compromettere la vita del detenuto, cosa riuscita con un’operazione di circa un’ora.-

A darne notizia è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria per il tramite del suo segretario Emilio FATTORELLO: “ la Polizia Penitenziaria – dice FATTORELLO Segretario Nazionale Sappe – anche in questa occasione ha dimostrato di essere un Corpo specializzato non solo perché ha assicurato alla Giustizia la prevenzione di un tentativo di spaccio di sostanze stupefacenti, ma ha salvato la vita ad un uomo privato della libertà”.-

Il Sappe si rivolge alle Autorità Giudiziarie competenti al rilascio di tali permessi premio affinchè il detenuti accettino tale beneficio con l’obbligatorietà, al rientro, di sottoposizione ad una visita sanitaria radiologica ovvero l’Amministrazione penitenziaria  fornisca adeguate apparecchiature volte all’ispezione radiologiche tali da scoprire e mettere fine a questi traffici illeciti di sostanze stupefacenti, nocivi per gli stessi detenuti tanto è vero che, per il passato, proprio nell’istituto del capoluogo irpino si è registrato un decesso per over dose con le stesse modalità.-

La Procuratore di turno il Dr. DEL MAURO sta conducendo una indagine per scoprire ulteriori elementi che hanno visto il coinvolgimento dell’uomo in tale traffico.-

Il Sappe invita il dirigente dell’Istituto penitenziario di Avellino a segnalare il Personale operante in tale operazione di servizio che si è distinto per l’alto senso del dovere e l’alta capacità professionale che oltre a dimostrare l’alto senso investigativo nel contempo ha tutelato la vita del detenuto stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here