Multe fino a 500 euro per chi spreca acqua in città: ecco l’ordinanza

0
1759

Ordinanza contro gli sprechi d’acqua in città. Il commissario prefettizio Paolo D’Attilio si adegua all’allerta crisi idrica lanciato ieri dal prefetto Rosanna Rosanna Riflesso ed emette un’ordinanza ad hoc. Previste multe fino a 500 euro per chi spreca acqua e monitoraggio attivo fino alla fine di agosto.

ECCO IL TESTO DELL’ORDINANZA:

“Considerata la carenza idrica che si manifesta endemicamente in corrispondenza dei periodi estivi; vista la nota, pervenuta il 3 luglio 2024 con la quale la società Alto Calore Servizi S.p.A., in considerazione della progressiva riduzione delle risorse idriche disponibili, ha invitato le amministrazioni comunali a vigilare sull’uso razionale della risorsa idrica, al fine di evitarne sprechi e/o usi impropri; ravvisata la necessità di misure di carattere straordinario finalizzate a razionalizzare l’utilizzo delle risorse idriche disponibili, al fine di garantire a tutta la popolazione il soddisfacimento dei fabbisogni primari, per uso potabile ed igienico-sanitario; ritenuto necessario, al fine di preservare la maggiore quantità di risorsa idrica per gli usi potabile ed igienico-sanitario, limitare i prelievi di acqua dall’acquedotto pubblico per scopi diversi da quelli primari… Ordina a tutta la cittadinanza e su tutto il territorio comunale, con decorrenza dal 6 luglio 2024 fino al 31 agosto 2024, il divieto di prelievo e consumo di acqua derivata dall’acquedotto pubblico, per i seguenti usi: – Irrigazione ed annaffiatura di orti, giardini e prati, fatta eccezione per le aree verdi comunali e gli impianti sportivi comunali; – Lavaggio di aree cortilizie e piazzali;
– Lavaggio privato di veicoli a motore; – Riempimento di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino ad uso privato; – Per tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico e per l’igiene personale. Si avverte che l’inottemperanza al presente provvedimento sarà sanzionata nella misura compresa tra 25 e 500 euro”.