Morte sul lavoro, Vassiliadis (Ugl): “L’ennesima tragedia alla vigilia di un primo maggio amaro”

Morte sul lavoro, Vassiliadis (Ugl): “L’ennesima tragedia alla vigilia di un primo maggio amaro”

30 Aprile 2020

“Esprimiamo vicinanza alla famiglia del giovane operaio che ha perso la vita mentre rispondeva al suo dovere. Tutto questo è accaduto alla vigilia di una data simbolo per i lavoratori, il primo maggio e, in un contesto già particolarmente doloroso legato alla piaga del Covid 19”.

Così Costantinos Vassiliadis, segretario provinciale dell’Ugl, in merito all’incidente mortale avvenuto nella cittadina del Tricolle durante la manutenzione di un cavalcavia. La vittima, un 38enne del posto, sarebbe stato travolto e ucciso da una trave staccatasi da una gru.

“Un incidente che apre una profonda riflessione – prosegue – sull’importanza della sicurezza e la prevenzione nei luoghi di lavoro sempre, anche quando le attività, come in questo caso, sono ridotte.

Serve formazione, assistenza e, soprattutto controlli mirati affinchè le norme legate alla sicurezza vengano applicate seriamente.

Oggi, non possiamo far altro, che piangere l’ennesima vittima ma, nel 2020, tutto ciò è inaccettabile”.