Montoro, in ricordo di Charly

Montoro, in ricordo di Charly

8 Agosto 2020

Montoro ricorda Giovanni Giarletta, noto come Charly, giovane scalatore di origine montorese prematuramente scomparso a seguito di un incidente nel corso di una scalata sui monti a lui tanto cari.

Questa mattina, in località Croce, alla frazione Aterrana, lungo un incantevole sentiero montano, é stato scoperto un cippo marmoreo in suo onore. Charly era famoso non solo nell’ambiente degli scalatori e del Soccorso Alpino, ma tra i tanti amanti della natura e della montagna, per la sua grande umanità, solidarietà, altruismo e generosità.

Il Comune di Montoro ha voluto dedicare alla sua memoria questo significativo luogo di ingresso ai suoi monti, con un cippo ed una targa che evidenzia in messaggio da leggere e ricordare. Erano presenti molte autorità oltre al sindaco e diversi consiglieri comunali, rappresentanti del Cai, della Protezione Civile, delle forze dell ordine, di amanti della montagna oltre ai genitori ed alcuni familiari ed amici.

Il sindaco Giaquinto ha ricordato il senso della cerimonia e la sua importanza nel ricordo di una persona figlio della nostra terra. La benedizione è stata impartita dal Parroco Don Aniello del Regno. Il papà di Charly, commosso, ha ringraziato le autorità ed i presenti ed ha ricordato tratti significativi della personalità del giovane scomparso, che faceva dell’altruismo un motivo di vita. L’intestazione fu voluta dall’Amministrazione presieduta dal Sindaco Bianchino, che deliberò detto intervento dopo l’intestazione decisa dalla competente commissione toponomastica, presieduta dallo stesso Sindaco Bianchino e con la presenza dei consiglieri Michele Capuano e Diamante Faggiano.

Successivamente, previo parere dell’Istituto di Storia Patria è sopravvenuta l’autorizzazione del Prefetto di Avellino.

“È importante ricordare che nella fattispecie si è trattato di un’autorizzazione in deroga rispetto all’ordinarietà dell’iter amministrativo. Di norma le intestazioni di strade e luoghi pubblici sono possibili dopo dieci anni dal decesso della persona da ricordare. Nel nostro caso ricorrevano tutti i presupposti straordinari di una figura illustre di grande significato umano, morale e sociale da indicare ad esempio ad un vasto mondo di amanti della natura, dell’ambiente e della correttezza e semplicità dei rapporti umani. Al papà ed alla mamma di Charly oltre ai familiari tutti giunga l’affetto e la viva solidarietà del gruppo consiliare di Montoro Democratica”.