Montemiletto, tutto pronto per il concerto dei Camaleonti

0
2008

E’ tutto pronto per il concerto dei “CAMALEONTI” che si terrà domenica 4 settembre alle ore 21.30 nella suggestiva Piazza IV Novembre di Montemiletto e rientra nei festeggiamenti in onore di Santa Lucia.
È il chitarrista Riki Maiocchi che, sul finire del 1963, interpella dapprima il giovane tastierista Tonino Cripezzi e successivamente il chitarrista Gerry Manzoli, il batterista Paolo de Ceglie e il bassista Livio Macchia, proponendo loro di creare un nuovo gruppo musicale che preendera’ nome proprio CAMALEONTI.
Il genere scelto è la musica beat.Nel 1965 il successo arriva quasi subito, cavalcando il fenomeno beat con Chiedi Chiedi e Sha la la la la (cover di La La La La La del gruppo messicano-statunitense The Blendells) che nel 1966 vende 40 000 copie, presto bissato dal successo di Portami tante rose, rifacimento della celebre canzone di epoca fascista, che arriva all’11º posto in hit parade.
Il 14 febbraio del 1966 esce The best records in the world, album di esordio dei Camaleonti.
Quasi tutti i brani sono cantati da Riki Maiocchi, tranne Vi sbagliate, dove canta Livio Macchia.
A giugno del 1966 partecipano alla manifestazione musicale Il Cantagiro 1966 con il brano Chiedi Chiedi. Nel 1967 esce il secondo album del gruppo dal titolo Portami tante rose edito sempre dalla casa discografica Kansas. Dopo la defezione di Riki Maiocchi, che si dedica alla carriera solistica, l’anno d’oro è il 1968, in cui il gruppo raggiunge la vetta delle classifiche di vendita con L’ora dell’amore (versione italiana di Homburg dei Procol Harum), uscito alla fine del 1967 e che ottiene la prima posizione il 16 dicembre. Questo brano diventa un inno dei giovani di allora e rimane al primo posto della classifica dei dischi per dieci settimane vendendo 1 600 000 copie, successo bissato da Io per lei (cover di To Give di Frankie Valli), che arriva al nono posto, e da Applausi, nuovo primo posto con 900 000 copie vendute, che rimane in classifica per dodici settimane, piazzandosi (e rimanendo) al primo posto per le tre settimane dal 29 novembre al 13 dicembre e ritornandoci per altre due dal 3 al 10 gennaio.
Con la nuova casa discografica le prime pubblicazioni furono alcuni singoli a 45 giri, tutti di grande successo, che cominciano a mescolare il beat delle origini con una vena melodica più tradizionale: il primo, “Non c’è niente di nuovo/Vita facile”, uscì il 10 maggio 1967; il secondo, “L’ora dell’amore/Noi e gli altri” uscì il 18 ottobre 1967; il terzo, “Io per lei/Il diario di Anna Frank”, nel marzo 1968, e il quarto fu “Applausi/Torna Liebelei”.
Il 1967 è l’anno di una nuova partecipazione al Cantagiro del 1967 (che si svolse dal 21 giugno all’8 luglio 1967) in gara nel Girone C (quello dei complessi) con il brano Non c’è niente di nuovo. Un buon successo di vendite caratterizzerà questo disco che anche oggi poco ha perso del suo smalto iniziale.
Nel 1968 venne pubblicato in Italia “Applausi/Torna Liebelei”, tredicesimo singolo a 45 giri de I Camaleonti.
Poco tempo dopo, il 30 maggio 1968, viene pubblicato il terzo album del gruppo dal titolo Io per lei. L’album si apre con L’ora dell’amore, cover con testo in italiano del brano “Homburg” dei Procol Harum, seguita da “Vita facile” e da Casa Bianca di Don Backy, presentato al Festival di Sanremo 1968 da Marisa Sannia e Ornella Vanoni, e che il gruppo aveva inciso per la compilation Sanremo 1968, pubblicata a gennaio 1968 dalla CGD e contenente alcune canzoni del Festival di quell’anno interpretate dai suoi artisti.
I Camaleonti partecipano rispettivamente al Cantagiro del 1968 ed al Festivalbar 1968 con il brano Io per lei.
Il gruppo partecipa rispettivamente al Cantagiro del 1969 ed al Festivalbar 1969 con il brano Viso d’angelo.
Partecipano nuovamente al Festival di Sanremo del 1973 con la canzone Come sei bella, e alla serata finale del Festival si classificano all’undicesimo posto. Sempre nel 1973 partecipano al disco per l’estate1973 e vincono la kermesse con la canzone Perché ti amo, altro primo posto in classifica nella hit parade che dominerà per diverse settimane.
Continua imperterrita la produzione a 45 giri dei Camaleonti che per il 1974 sfornano il nuovo singolo dal titolo Il campo delle fragole sul cui retro copertina figura ancora la pubblicità del loro ultimo album Amicizia e amore e dal quale è estratto il brano inciso sul secondo lato del disco. Sempre in questo anno prendono parte al Festivalbar 1974 (undicesima edizione che si svolse ad Asiago il 19 settembre 1974), con il brano Il campo delle fragole. Sul finire dell’anno prendono parte a Canzonissima 1974[3] (ultima edizione del programma che si svolge dal 6 ottobre 1974 al 6 gennaio 1975); nella prima puntata presentano il singolo inedito Il campo delle fragole, e nell’ ottava puntata il brano L’ora dell’amore.
Nel 1975 il gruppo partecipa a Un disco per l’estate (che si svolse dal 13 Aprile al 21 giugno 1975). Quella del 1975 è l’ultima vera grande edizione della kermesse, e i Camaleonti vi presentano il brano Piccola venere. Il pezzo viene accolto con favore da chi segue la manifestazione, tanto che il 45 giri (in termini di vendite) sarà secondo solo al disco che è risultato vincente nella competizione (Amore grande, amore libero de Il Guardiano del Faro). Riguardo invece alla classifica finale della gara, Piccola venere occuperà il quarto posto.
I Camaleonti tornano al Festival di Sanremo nel 1976 (che si svolse al Salone delle feste del Casinò di Sanremo dal 19 al 21 febbraio 1976), presentando in gara una classica canzone d’amore dal titolo Cuore di vetro.
Da allora ad oggi solo grandi successi e migliaia di concerti.
Il 3 luglio 2022 muore improvvisamente, all’età di 76 anni, Antonio «Tonino» Cripezzi, tastierista e leader dei Camaleonti, trovato senza vita in un hotel di San Giovanni Teatino dopo che, la sera prima, il gruppo si era esibito in concerto al Parco di Villa de Riseis a Pescara.
Nonostante la tremenda perdita subita per la scomparsa improvvisa di Tonino Cripezzi, i Camaleonti
hanno assicurato i vari concerti in memoria di Tonino Cripezzi.