Montella, raffica di denunce nel weekend

0
1

Montella – E’ di 9 denunciati il bilancio del servizio straordinario predisposto dal comando compagnia carabinieri di Montella nell’Alta Irpinia nel weekend, finalizzato al controllo del territorio lungo le principali arterie viarie della zona.

Nel corso del servizio, nella fitta rete di posti di controllo opportunamente predisposti, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Montella hanno effettuato numerosi controlli con l’etilometro, finalizzati al contrasto della guida in stato di ebbrezza. Due delle persone controllate sono risultate positive, con tasso alcolemico oltre la soglia prevista, per tale motivo è stata loro ritirata la patente di guida per la successiva sospensione e le auto affidate a persone idonee.

Nel corso dello stesso dispositivo, un pregiudicato è stato trovato alla guida della propria autovettura senza aver mai conseguito la patente di guida: per lui è scattata la denuncia in stato di libertà e di conseguenza sequestrato il veicolo. Il passeggero in evidente stato ubriachezza, oltre ad essere denunciato per essersi rifiutato di fornire le generalità, è stato deferito per “ubriachezza molesta”.

Effettuate, inoltre, alcune perquisizioni nel corso delle quali un giovane è stato denunciato per “omessa custodia di armi”, perché deteneva un fucile e delle munizioni senza rispettare le disposizioni di sicurezza.

Sono stati intensificati, inoltre, i controlli ai soggetti destinatari di misure restrittive della libertà (arresti domiciliari e sorveglianza speciale) e due di loro venivano trovati in compagnia di soggetti controindicati. I due pregiudicati sono stati denunciati in stato in stato di libertà e segnalati per l’aggravamento della misura cautelare.

A seguito di alcune richieste di intervento pervenute al 112, invece, sono stati effettuati alcuni interventi che hanno permesso di denunciare 4 persone per “emissioni moleste di fumi” e “tentata truffa”.

Nell’ambito dello stesso dispositivo, infine, sono stati effettuati numerosi controlli agli esercizi pubblici e sono state contestate, in totale, 9 violazioni amministrative per un totale di oltre 10.000 euro; in alcuni casi, trovati anche lavoratori “in nero”, perché mai assunti.

Infine, 2 pregiudicati rumeni, sono stati allontanati dai Comuni di Caposele con proposta di Foglio di Via Obbligatorio, non avendo giustificato la loro presenza in loco.

Le attività sono state eseguite in stretta collaborazione con le Procure della Repubblica competenti di Avellino e Sant’Angelo dei Lombardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here