Montefusco – Prime grane in maggioranza per Musto. Manganiello: “Se ne vada”

0
227
piazza montefusco
piazza montefusco

Prime frizioni in maggioranza per il sindaco di Montefusco Carmine Gnerre Musto.

Secondo alcune indiscrezioni il vicesindaco Daniele Taetti avrebbe messo in discussione l’operato del primo cittadino su alcuni punti.

In primis la decisione da parte di Musto di trattenere per la sua persona le indennità da sindaco a differenza di quanto promesso in campagna elettorale in cui affermò di voler destinare le sue indennità a favore delle persone disagiate del paese (il vicesindaco Taetti e l’assessore Melone hanno rinunciato alle proprie indennità, ndr).

Secondo quanto riportato, la guerra fredda in Giunta sarebbe relativa anche ad alcune decisioni unilaterali prese dal sindaco che dalla sua parte ha tutti i componenti della maggioranza che rimangono fedeli alla linea oltre al segretario provinciale del Partito Democratico, Carmine De Blasio, che convintamente ha sostenuto la candidatura di Gnerre Musto alle scorse elezioni comunali.

Intanto il segretario del circolo di Montefusco di Fratelli d’Italia, Alberto Manganiello, ha redatto  un manifesto in

Il manifesto del Circolo Fratelli d'Italia di Montefusco
Il manifesto del Circolo Fratelli d’Italia di Montefusco

24 punti in cui elenca tutte le presunte falle di questa Amministrazione tra cui sono evidenziate la mancata apertura di Palazzo Giordano per le attività programmate, la mancanza di progetti, l’aumento del costo del servizio di raccolta rifiuti, il P.U.C. in alto mare, il decadimento della Fiera di Sant’Egidio, l’assenza di manifestazioni per rilanciare il turismo, la mancata realizzazione di tutti gli eventi programmati per l’estate 2015, la mancata approvazione del Piano Traffico, ecc.

A margine Manganiello invita Musto alle dimissioni “… per il bene di Montefusco dei Montefuscani”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here