Montefusco – Animali avvelenati: il Comune lancia l’s.o.s.

10 Dicembre 2005

Montefusco – I bocconi avvelenati colpiscono ancora. Cani e gatti vittime inconsapevoli della mano criminale di fanatici senza cuore. Accade a Montefusco, dove da alcuni giorni si registrano morti ‘sospette’. Troppe. Corpi senza vita adagiati su strade trafficate e sentieri di campagna. O peggio ancora sull’uscio di casa. Spettacoli raccapriccianti che sembrano sfiorare l’ordinario. Cittadini disorientati e allarmati a causa dell’escalation del fenomeno. Non solo. Preoccupati dall’eventualità che uno dei bocconi maledetti possa capitare nelle mani di qualche bambino. Sparpagliati con sempre maggior frequenza in giardini privati e parchi pubblici mettono a repentaglio l’incolumità dei più piccoli. E ancora… dalla probabilità che i veleni usati, oltre a determinare la morte dolorosa e terribile di numerosi animali, possano avere conseguenze peggiori. Insomma atti raccapriccianti, forse frutto di stupide convinzioni (come quella di considerare alcune specie animali dannose per le attività agricole e di allevamento) o, peggio ancora, di folli mani che agiscono per un piacere perverso. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Errico Bonito, corre ai ripari. La parola d’ordine è prevenire. Così palazzo di città invita i cittadini proprietari di cani ad adottare le tanto discusse museruole. Ovviamente non prima di aver segnalato e denunciato eventuali casi di avvelenamento alle locali Forze dell’Ordine e alla Polizia Provinciale. (di Marianna Morante)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.