Monitoraggio della qualità dell’aria, punto stampa domani a Pozzo del Sale

0
708

Giovedì 7 aprile Arpac presenterà un’attività di monitoraggio della qualità dell’aria nel comprensorio di Avellino con un focus specifico sulla località Pozzo del Sale, punto sensibile dell’hinterland avellinese compreso nell’area industriale di Avellino-Pianodardine e ricadente nel territorio comunale di Grottolella. L’appuntamento è alle 11.00 presso la chiesetta di Santa Rita in località Pozzo del Sale, dove è operativo da qualche giorno, grazie anche alla collaborazione dell’amministrazione comunale, un laboratorio mobile dell’Agenzia in grado di monitorare con frequenza oraria un set di inquinanti che comprende ossidi di azoto, monossido di carbonio, ozono, polveri sottili PM10 e PM2.5. Saranno presenti il direttore generale Arpac Stefano Sorvino, il sindaco di Grottolella Antonio Spiniello e il dirigente della UOC Reti di monitoraggio e Cemec Giuseppe Onorati.

L’Agenzia ambientale della Campania ha avviato da tempo una serie di approfondimenti mirati a studiare la problematica dell’inquinamento atmosferico in un’ottica di “area vasta”, estendendo il monitoraggio anche ai Comuni della cintura urbana del capoluogo irpino. I risultati del monitoraggio in corso in questa specifica area del territorio di Grottolella contribuiranno alla definizione di un quadro approfondito di conoscenza della distribuzione dei principali inquinanti atmosferici nell’hinterland avellinese, integrando una disponibilità di dati che è già ampia grazie alla storica presenza di tre stazioni fisse di monitoraggio ad Avellino (due in centro e una presso l’impianto Stir della zona industriale di Pianodardine), una stazione fissa nella zona industriale di Solofra, più le campagne specifiche realizzate in diversi comuni, ad esempio quelle effettuate nella cintura urbana del capoluogo irpino (Atripalda, Mercogliano, Monteforte) a cui ha fatto seguito il monitoraggio simultaneo nell’Alto Sarno dell’inquinamento atmosferico a Montoro e Solofra e infine nel comune di San Michele di Serino. L’appuntamento di giovedì, aperto alla stampa, rappresenta un momento di comunicazione e approfondimento sul tema dell’inquinamento atmosferico e sulle modalità di svolgimento del monitoraggio della qualità dell’aria.