Mondiali Brasile – Delusione Italia: pochi commenti, molta rabbia

0
4

Da Belo Horizonte, Pasquale Manganiello

Tristezza e sconforto tra gli italiani residenti in Brasile per la sconfitta dell’Italia ed il conseguente addio ai campionati del mondo. Era tutto pronto per una grande festa nel centro della citta’ con due grandi palchi montati in centro che hanno visto esibirsi due scuole di samba fino a notte fonda. Nessuna maglia azzurra tra colombiani, costaricensi e naturalmente brasiliani, i quali hanno festeggiato la grande presenza sudamericana agli ottavi di finale. Delusione cocente anche tra chi ha assistito alla partita al ristorante “Est Est” di Belo Horizonte. Tavoli pieni, tre maxi schermi e menu rigorosamente tricolore. Il primo tempo e’ volato via senza particolari palpitazioni. Nella ripresa sconcerto per la sostituzione Balotelli-Parolo, le ovazioni per i miracoli di Buffon, le proteste per l’espulsione di Marchisio e per il morso di Suarez, la speranza di tenere duro fino alla fine e la doccia fredda con il goal dell’Uruguay. Non ha voglia di parlare il proprietario del locale Rinaldo. Sardo, in Brasile da 10 anni, stenta a trattenere l’amarezza. “E’ stata una disfatta – commenta Franco, cameriere di Sesto San Giovanni – rimarro’ a casa per una settimana”.

Intere famiglie vanno via mestamente dal locale. Tra di loro un personal trainer dei Castelli Romani, Roberto De Santis, con una maglia biancoverde dell’Avellino: “Ho ereditato la passione per l’Avellino – afferma – ed anche qui in Brasile cerco in tutti i modi di seguire la squadra anche se non e’ facile. Sono qui da due anni e lavoro al Centro Sportivo Minas Gerais, nei pressi dello stadio Mineirao. Speravo che gli azzurri potessero andare avanti in questa grande manifestazione, e’ un orgoglio per noi italiani residenti all’estero quando la nostra nazionale ottiene dei buoni risultati. Ed invece come con la Costarica, l’Italia ha giocato veramente male. Sono molto deluso”. Lapidario il tifoso italiano Vincenzo Zampetti, originario di Montefusco, residente in Brasile da 35 anni: “Delusione cocente, si gioca all’attacco non in difesa, Prandelli ha sbagliato tutto”. Raccoglieremo nei prossimi giorni altri commenti rispetto alla clamorosa eliminazione dell’Italia, visitando le associazioni campane presenti sul territorio. Maglie azzurre riposte nei cassetti insieme al sogno mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here