Misericordia Avellino, la nota del neo presidente Massimo Dente

0
674

Misericordia Avellino, si riporta la nota del neo presidente Massimo Dente.

A seguito delle votazioni del 15.01.23, al fine del rinnovo del consiglio direttivo della Misericordia di Avellino e successivamente alla seduta di proclamazione ed insediamento dei neoeletti, si comunica ufficialmente il nuovo entourage dirigenziale: Massimo Dente–presidente, Raffaele Carrino–vicepresidente, Giuseppe Roca-amministratore, Tonino Gentile – segretario, Francesco Ausiello-consigliere, Bruno Bilotta– consigliere, aAberto Belfiore – consigliere.

“Abbiamo il compito di far risorgere la nostra misericordia – dichiara il presidente – “la nostra associazione e’ sempre stata luogo di incontro e punto di riferimento per l’intera citta’ e non solo; il ringraziamento piu’ grande va ai volontari della fraternita di misericordia i quali, con il proprio impegno quotidiano, riescono a garantire l’aiuto del prossimo, obiettivo fondamentale per il simbolo che noi tutti indossiamo sulle nostre divise, fieri ed orgogliosi. Saremo un gruppo capace di ascoltare e scegliere insieme la strada migliore da percorrere”.

La Misericordia di Avellino è la prima associazione di volontariato nata in Campania. Eravamo nel novembre 1980 quando, a seguito del funesto evento del sisma che colpì l’irpinia, moltissimi volontari delle misericordie toscane scesero nella nostra provincia per aiutarci in un momento di grave difficoltà. Armati di buona volontà e animati dallo spirito di solidarietà, si misero a disposizione di chi aveva perso tutto o era troppo scosso per riuscire a reagire ad una catastrofe improvvisa. Il loro aiuto non fu solo fisico ma anche morale; nei momenti di riposo ascoltavano pazientemente le persone affrante cercando sempre di tenere vivo il lume della speranza e dell’ottimismo. Attorno a questi volontari si raccolse un gruppo di avellinesi che a distanza di 5 mesi, il 14 aprile 1981, fondò la misericordia di avellino. Il primo servizio ad essere attivato fu la mensa per i senzatetto; poi arrivò la prima ambulanza e iniziò il servizio di pronto soccorso e trasporto infermi.a distanza di 40 anni la misericordia è cresciuta, la sua gestione è sempre piu’ complessa, ma lo spirito che anima i nostri volontari è lo stesso di allora!