Miracolo di Natale: benefattore regala pranzo a 120 poveri

0
9

Avellino –Il ringraziamento di un volontario: “Un gesto di carità e solidarietà”. La Mensa dei Poveri è stato il teatro di un piccolo “miracolo di Natale”. Protagonista di questo gesto un benefattore (che ha chiesto di restare nell’anonimato) ha contattato il Banco di Solidarietà della Compagnia delle Opere, devolvendo una somma di denaro che è servita a far passare un giorno di ‘festa’ anche agli ospiti della struttura. Immediata è scattata la sinergia tra le due istituzioni benefiche. Dalle abili mani della signora Natalina – cuoca della Mensa – sono uscite tagliatelle e brasati che hanno deliziato il palato dei tanti commensali e degli ospiti: il Vescovo di Avellino Mons. Francesco Marino, il Vicario Don Sergio Melillo, il Sindaco dott. Giuseppe Galasso, il Responsabile del Piano di Zona Salvatore De Vito. Presenti anche alcuni esponenti di Comunione e Liberazione di Avellino – Lorenzo Savignano, Gianluca Troncone, Massimo Sammarco, Antonella Russoniello –  e il responsabile della Mensa De Rogatis che, insieme a Renato Stefano, responsabile del Banco di solidarietà della CDO, ha espresso soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa. Il Vescovo Marino ha espresso il proprio apprezzamento per il gesto“Dio è amore e amore è carità” – queste le parole di Antonio uno dei volontari – “lo ha detto Benedetto XVI nella sua enciclica. Noi siamo qui perchè riceviamo molto di più di quello che diamo. Molte persone qui hanno bisogno di attenzione più che di cibo. Di essere importanti per qualcuno”. “Grazie a voi per questo pranzo”, queste le parole pronunciate in un italiano imperfetto da una donna dell’Est che, con il suo dolcissimo sorriso e una dignità da zarina, hanno suggellato al meglio una giornata particolare. Il Banco di Solidarietà della Compagnia delle Opere nasce dal cuore dell’esperienza di Comunione e Liberazione e traduce in gesti concreti l’amore a Cristo che è al centro di tutto l’insegnamento di Don Giussani, fondatore del movimento scomparso nel 2004. La condivisione del bisogno, ma soprattutto la vicinanza al prossimo si esprimono ad Avellino con la distribuzione di generi alimentari a circa 200 nuclei familiari per un totale di circa 900 persone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here