Mirabella Eclano – Sirignano: ‘avanti tutta’

13 Novembre 2005

Mirabella Eclano – Un’amministrazione compatta e al completo per esprimere la propria solidarietà al primo cittadino. E’ così che questa sera la squadra capitanata da Vincenzo Sirignano si è presentata dinanzi alla cittadinanza per esprimere il proprio rammarico in seguito all’affronto subito dal sindaco. Un affronto che ha rischiato di portare il primo cittadino all’estremo gesto di rassegnare le proprie dimissioni. Ma il rischio è stato sventato e l’incontro di ieri sera ha rappresentato solo la conclusione di un episodio che non “dovrà più ripetersi”. E Sirignano, dopo l’attacco, è stato ricompensato attraverso un caldo sostegno. Sala gremita. Il primo a parlare è il consigliere provinciale, in quota Margherita, Sergio Morella che punta l’indice “…contro azioni che smentiscono il carattere estremamente democratico che ha sempre contraddistinto la cittadina ufitana. Episodi del genere non si sono mai verificati e mai più nessuno dovrà essere vittima di tali affronti”. La voce delle istituzioni è poi interrotta da quella, ben più pregnante, del popolo. “Il sindaco non deve abbandonare il suo posto e nessuno dovrà più toccarlo. Finora ha dimostrato di essere sulla strada giusta e l’unica risposta che può dare ai suoi aggressori e ai suoi oppositori è quella di andare avanti. Non si lasci fuorviare da queste azioni ‘oltraggiose’”. Gran parte della crisi che avvolge la locale amministrazione è anche dovuta, a detta di molti, ai “continui attacchi di una opposizione che ha deciso di agire attraverso la carta stampata, pubblicando settimanalmente un giornalino sulle presunte irregolarità a capo dell’amministrazione”. “Questo atteggiamento – è la posizione dei cittadini – non deve indurre l’amministrazione alla crisi ma deve essere da sprone per andare avanti”. Appoggio anche dai giovani che “…credono nell’operato del team Sirignano. Perchè Mirabella, per alcuni versi abbandonata a se stessa, ora ha ripreso finalmente a vivere”. A chiudere, e non poteva essere altrimenti, proprio il primo cittadino. “Questa amministrazione non ha nulla da rimproverarsi. Mai c’è stata tanta disponibilità, forse troppa. Mai tanto impegno profuso con affetto e sincerità. Eppure sono rammaricato. Non c’è stato momento in cui questa amministrazione non abbia dovuto assistere ad un ‘linciaggio’ sulla propria attività. E proprio riguardo a questo dico: si faccia sì opposizione ma per le cose serie, non attraverso giornali e ‘giornalini’. Perché una opposizione costruttiva è l’elemento imprescindibile della vera democrazia. Siamo aperti al confronto ed ai suggerimenti. Inutile nascondere i numerosi consensi che ci hanno portato alla guida del paese e se anche alcuni di essi sono ormai dalla parte opposta io vado avanti. E lo faccio, con un impegno ancora maggiore, per non deludere chi ancora è dalla mia parte”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.