Minorenni sorpresi a consumare droga proveniente da un “coltivatore”

0
10

Un 45enne è stato deferito in stato di libertà, per il reato di coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, dai militari della Compagnia di Baiano che, unitamente ai colleghi della Stazione di Montoro Inferiore, hanno coordinato un servizio di controllo del territorio disposto dal Comando Provinciale irpino iniziato alle prime luci dell’alba con l’esecuzione di varie perquisizioni tese a contrastare la deplorevole piaga dello spaccio.

L’uomo aveva realizzato una vera e propria piantagione di cannabis sul balcone della propria abitazione, occultandola in un contesto di normali piante ornamentali.

L’attività prende spunto dai controlli eseguiti in un parco giochi per bambini, inaugurato qualche giorno fa, dove i Carabinieri della citata Stazione avevano sorpreso alcuni minorenni in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti: gli stessi son stati quindi segnalati alla Prefettura di Avellino quali assuntori, ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90.

L’indagine sviluppata dai militari dell’Arma ha permesso l’individuazione del 45enne residente in un limitrofo comune della provincia di Salerno. Fin dal loro ingresso nell’abitazione, avvenuto superando una iniziale e sospetta ritrosia dell’uomo ad essere sottoposto all’attività di Polizia Giudiziaria, i Carabinieri si sono accorti di aver colto nel segno in quanto un caratteristico odore pungente si propagava per l’intero immobile. I sospetti hanno trovato conferma quando i militari hanno rinvenuto due esemplari dell’inconfondibile vegetale dell’altezza di circa un metro e mezzo, recanti infiorescenze idonee alla preparazione della marijuana.

La ricerca è proseguita negli altri locali dell’appartamento e ha permesso ai Carabinieri di rinvenire alcune decine di grammi di hashish e marijuana già essiccata nonché materiale vario sia per la coltivazione che per il confezionamento delle dosi.

La mole di elementi raccolti ha consentito ai Carabinieri di delineare un preciso ed importante quadro indiziario che, d’intesa con la competente Autorità Giudiziaria, ha fatto sì che a carico del 45enne scattasse la denuncia in stato di libertà.