Minaccia il senatore Ghedini e chiede la testa di Berlusconi: accusato praticante avvocato di Avellino

Minaccia il senatore Ghedini e chiede la testa di Berlusconi: accusato praticante avvocato di Avellino

4 Agosto 2021

“Sei uno sporco mafioso, vai ucciso, eliminato militarmente e i suoi beni confiscati. Ti sparerò alla nuca”. E’ il testo di un’inquietante lettera indirizzata all’avvocato Niccolò Ghedini, legale di Silvio Berlusconi e senatore di Forza Italia.

A rivolgere le minacce è un 44enne praticante avvocato di Avellino con precedenti specifici e denunce, che nel testo fa un esplicito riferimento anche al leader di FI: “Datemi la testa di Berlusconi, sanguinante e fresca su un piatto”.

Il Gip di Padova, nel corso di un incidente probatorio, ha stabilito che l’uomo è affetto da gravi deficit ed è potenzialmente pericoloso. Come misura cautelare deve essere detenuto in una Rems, ma a quanto pare in queste strutture non vi è spazio per lui ed è pertanto a piede libero.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Padova, sono avvenute congiunte tra la Digos padovana e quella di Avellino.