Mercogliano, litiga con una donna. Trovato in possesso di coltello, cacciavite e forbice: arrestato

0
1839

Mercogliano, litiga con una donna. Trovato in possesso di coltello, cacciavite e forbice: arrestato. In cella è finito un 23enne di origini romene, domiciliato ad Avellino. Presso il 112 è arrivata una segnalazione di un litigio in corso, i carabinieri si sono subito portati sul posto, dove gli animi sembravano essersi sedati.

Ma, dopo poco, i militari dell’arma hanno notato che l’uomo si aggirava ancora nei pressi della casa della malcapitata. Il giovane ha provato a fuggire ma è stato rincorso e bloccato dai carabinieri. Il 23enne, perquisito, è stato trovato in possesso di un coltello, di un cacciavite e di una forbice.Condotto in Caserma, il giovane è stato dichiarato in arresto per stalking.

L’invito del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino è sempre quello di trovare il coraggio di denunciare e segnalare: la comunicazione e la sensibilizzazione sul problema rappresentano uno strumento essenziale per la lotta
alla violenza. Proprio in tal senso la prevenzione e il contrasto di questo particolare fenomeno sono al centro dell’azione dell’Arma dei Carabinieri che in Irpinia può contare sulle 7 Compagnie e 67 Stazioni.

Presso la Caserma “Litto”, sede del Comando Provinciale dei Carabinieri, è attiva
l’“Aula protetta”, dove le vittime di violenza di genere vengono aiutate a
riconquistare la dignità e la serenità perdute, denunciando i loro aguzzini: uno spazio accogliente e riservato, nel quale si possono raccontare gli abusi, le violenze e le vessazioni subite. Tutto ciò, al fine di raccogliere, in un ambiente non promiscuo rispetto ai normali uffici di ricezione del pubblico, le denunce di minori e/o di donne vittime di reati violenti o contro la famiglia.