Mercato, l’Avellino chiude per due innesti. Stallo Fedato

0
90

di Claudio De Vito. L’Avellino preme sull’acceleratore per un paio di trattative destinate a chiudersi nelle prossime ore. Si è infatti sbloccato lo stallo per Francesco Bertolo, centrale difensivo mancino del ’91 che già in giornata dovrebbe giungere in Irpinia e, a quel punto, sostenere il test con il Carotenuto Mugnano in programma alle 15 con prospettive di titolarità già domenica contro la Vibonese alla luce dell’emergenza difensiva. Per lui contratto fino al giugno con opzione di rinnovo.

Con lui è in arrivo anche Agostino Rizzo, laterale destro funzionale sia all’idea di 3-4-3 che a quella di 3-5-2 presenti nel ventaglio di opzioni tattiche di Ezio Capuano. L’ex Primavera del Palermo giungerà in prestito dal Livorno che lo ha ingaggiato in estate dopo la caduta in disgrazia del club rosanero. Trattandosi di un classe ’99, l’impiego di Agostino Rizzo tornerà utile in termini di contributo Lega per il minutaggio. Si tratterebbe del sesto prestito dalle categorie superiori: il massimo consentito dal regolamento.

Bloccata al momento l’operazione che riguarda il trasferimento in biancoverde di Francesco Fedato. Gli agenti dell’ex Foggia avrebbero raggiunto l’accordo con l’Avellino, ma non con il Gozzano che non intende liberarlo e per farlo vorrebbe in cambio un indennizzo. La trattativa però resta viva grazie al forte desiderio del calciatore di approdare in Irpinia, dopo l’accostamento estivo alla maglia biancoverde.

Ezio Capuano chiede uno sforzo alla sua dirigenza per incastonare un tassello di qualità sull’esterno sinistro del tridente, che andrebbe poi completato con il sostituto di Gabriel Charpentier centralmente. Non semplice la pista Pietro Cianci seguita anche da Carpi e Siena. Il centravanti ha un contratto fino al 2022 con il Teramo che non intende fare sconti pur avendo deciso di privarsene.