VIDEO/ Mattinata di protesta al “Moscati”, l’Usb: “Pessima gestione di personale e presidio di Solofra”

0
10

Renato Spiniello – Da una gestione poco chiara del personale a quella del “Landolfi” di Solofra: carenze dell’ospedale “Moscati” di Avellino denunciate in mattinata dal sindacato Usb con un sit-in di protesta davanti il nosocomio di Contrada Amoretta.

“Questa pandemia ha amplificato ulteriormente le problematiche della sanità campana e all’ospedale di Avellino la gestione dell’emergenza è ancora più carente” spiega Luigi Mastriani della segretaria provinciale Napoli e Avellino.

“L’ospedale è finito nell’occhio del ciclone per una pessima gestione del personale – continua Lidia Rinaldi del coordinamento provinciale -. I dipendenti assunti con fondi Covid vengono utilizzati in altri reparti, mentre i lavoratori più anziani, e quindi anche più fragili, sono destinati ad aree con pazienti contagiati dal virus”.

Poi c’è la gestione del “Landolfi”, riconvertito a reparto Covid: “I pazienti positivi non vengono trasportati in modo sicuro con le ambulanze di cui dispongono nel tragitto Avellino-Solofra, inoltre è gravissima l’assenza del Pronto Soccorso nella città della Concia. In nome dell’emergenza si sta facendo morire l’ospedale di Solofra. Siamo in attesa di risposte dalla dirigenza che al momento ancora non ci ha ascoltato”.