Materiale di risulta trovato in un terreno, denunciato imprenditore

0
5

Permane vigile e costante l’attenzione e la vigilanza dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, per l’accertamento di reati connessi alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica. Nell’ambito di tali programmate attività, la Compagnia Carabinieri di Montella ha effettuato, nel territorio di competenza, dei controlli mirati soprattutto alla tutela della salute pubblica ed, in particolare, lo smaltimento illecito di rifiuti e sostanze inquinanti, in conseguenza all’emergenza connessa alla problematica che affligge aree della Regione Campania. E’ stata proficua l’attività info-operativa dei Carabinieri della Compagnia di Montella, che hanno individuato una vasta area all’interno della quale il proprietario, un imprenditore edile, aveva accantonato materiale di risulta proveniente da demolizione di abitazioni e dal rifacimento di strade, che in parte aveva anche interrato per nasconderlo e “livellare” il terreno. In particolare, è stata localizzata una vasta area di oltre 16000 mq circa, di cui la metà contaminata da rifiuti, anche pericolosi, poiché rinvenuto anche bitume e materiale proveniente da scavi di fogne che l’imprenditore, anziché smaltire presso i centri autorizzati, aveva interrato per appianare lo scosceso terreno di sua proprietà, in beffa alle norme che tutelano l’ambiente. Attesa l’assenza di autorizzazione e, soprattutto, nella considerazione che i rifiuti presenti avrebbero potuto provocare l’inquinamento nel sottosuolo, l’area è stata sequestrata e posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Per le violazioni ipotizzate, è stato denunciato in stato di libertà l’imprenditore proprietario del terreno, un 50enne di Montemarano. Sono tuttora in corso indagini per individuare altre aree contaminate. L’attività è stata effettuata con il controllo dei Magistrati della Procura della Repubblica di Avellino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here