Matarazzo: “Striscia Notizia ha mandato in onda servizio artefatto”

0
9

Il sottoscritto avv. Enrico MATARAZZO, del Foro di Avellino, nell’interesse del Funzionario del servizio Mobilità e Traffico che risulta interessato dal servizio televisivo di cui alla trasmissione denominata “Striscia la Notizia” andata in onda sull’emittente televisiva “Canale 5” lunedì 28 aprile 2014, nonché dal comunicato stampa diramato dall‘Assessore alla Mobilità del Comune di Avellino in data 29 aprile 2014, al fine di chiarire la posizione del proprio assistito comunica quanto segue: con enorme stupore il Funzionario coinvolto si è visto oggetto di una denigratoria quanto biasimevole strumentalizzazione, volta esclusivamente ad attirare l’attenzione di quanti, in buona fede, seguono il programma diretto dal sig. Antonio Ricci. In particolare, preme evidenziare che il servizio mandato in onda è esclusivamente il frutto di una manipolata ed artefatta registrazione posta in essere con telecamera nascosta, di un colloquio intercorso, alla fine del mese di gennaio c.a., presso gli Uffici Comunali, da un sedicente cittadino ed il Funzionario che, per circa 15 minuti, ha pazientemente fornito esaustive e precise risposte alle domande rivoltegli. Orbene, mai il Funzionario ha proferito le espressioni come trasmesse in onda, atteso che trattasi di una furbesca ed abile collazione di parole e frasi pronunciate in risposta alle diverse domande rivoltegli. Chi di dovere, pertanto, ha confezionato il servizio televisivo operando un collage della registrazione originale previa estrapolazione di frasi e parole pronunziate in discorsi diversi laddove assumevano valenza significativa diversa. Rilevante, infatti, è la circostanza, che chi ha messo in onda il servizio si è premurato esclusivamente di far apparire graficamente il simbolo “… …” per dar conto di alcune interruzioni della registrazione originaria. Il risultato di tale manipolazione è stata quella di creare un servizio ad hoc laddove si suggestiona l’ignaro telespettatore, creando un’idea distorta e non veritiera della professionalità del funzionario pubblico che, a scanso di equivoci, è bene sottolinearlo, da circa 14 anni assume posizioni di rilievo nell’Ente e svolge con cristallina condotta il proprio compito. Alla luce di ciò, fuori luogo e spropositate appaiono anche le dichiarazioni rese dall’Assessore alla Mobilità del Comune di Avellino che senza nemmeno richiedere, preliminarmente, spiegazioni a chi direttamente coinvolto, si è affannato e perso in un inutile comunicato stampa in cui, con le espressioni utilizzate, dando per buono il servizio messo in onda, ha sensibilmente peggiorato la posizione del preposto e comunque leso il decoro morale e professionale dello stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here