Maniero in volo a Potenza: l’Avellino scaccia la crisi

Maniero in volo a Potenza: l’Avellino scaccia la crisi

2 Dicembre 2020

Potenza, Claudio De Vito. L’Avellino rialza la testa a Potenza con una prestazione di carattere. Il blitz biancoverde porta la firma di Maniero, ancora una volta a segno ma in maniera decisiva. Battuto a domicilio l’ex Capuano costretto a mandare giù un altro boccone amaro.

Eppure la falsa partenza aveva lasciato presagire altri novanta minuti di sofferenza per la formazione di Braglia, che ha rischiato grosso già al 3’ quando Ricci ha sfiorato il palo in girata su precisa imbeccata dalla destra di Coccia.

È stata l’unica vera emozione di un primo tempo caratterizzato dall’enorme fatica fatta dall’Avellino in fase di costruzione della manovra e di conseguenza nella produzione offensiva.

Nella ripresa la musica è diversa con D’Angelo a sfiorare il gol dell’ex già al 4’: rimpallo favorevole al limite, il centrocampista entra in area ma il piattone destro non si apre a dovere consentendo a Marcone di bloccare. Ancora più ghiotta la chance per Ciancio tre minuti dopo: imbucata di Manierò dalla destra e tuffo del difensore con palla di poco alta sopra la traversa da pochi passi.

Cianci arma il sinistro per la replica rossoblu con la specialità della casa, il calcio di punizione che dai 25 metri fa il solletico al palo alla destra di Pane. Un episodio tuttavia isolato da parte di padroni di casa salvati da Marcone sull’incornata di Dossena innescato su calcio da fermo.

È l’avvisaglia del vantaggio che arriva al 25’ a firma di Maniero, abile nella torsione di testa sul suggerimento ancora una volta da fermo di De Francesco. È l’urlo che fa saltare il bunker di Capuano, il quale non riesce a trovare la chiave giusta per riequilibrare le sorti del match.

Il quarto centro dell’ariete partenopeo riabilita l’Avellino che non vinceva dal lontano dal lontano 25 ottobre. Dopo Viterbo, Palermo e Foggia cade anche Potenza. Lupi a loro agio in trasferta: domenica arriva la chance per ribadirlo a Francavilla Fontana contro la Virtus.

Potenza-Avellino 0-1, il tabellino

Marcatori: 25’ st Maniero.

Potenza (3-5-1-1): Marcone; Conson (27’ st Spedalieri), Zampa, Boldor; Coccia, Coppola (27’ st Di Livio), Sandri, Ricci, Panico (31’ pt Nigro); Compagnon (24’ st Volpe); Cianci.

A disp.: Santopadre, Brescia, Viteritti, Iuliano, Iacullo, Fontana, Di Somma, Lorusso. All.: Capuano.

Avellino (3-5-2): Pane; Ciancio, Miceli, Dossena; Rizzo (7’ st Dossena), Bruzzo (34’ st Burgio), De Francesco, D’Angelo, Tito; Maniero (34’ st Bernardotto), Fella (18’ st Santaniello).

A disp.: Pizzella, Leoni, M. Silvestri, Mariconda, Nikolic. All.: Braglia.

Arbitro: Marcenaro di Genova. Assistenti: Zampese e Torresan di Bassano del Grappa.

Note: ammoniti Rizzo, Conson, Ricci, Bruzzo per gioco scorretto, Capuano per proteste dalla panchina, recuperi 2’ pt e 5’ st.