Lupi: tre mosse per battere il Rimini

0
32

Avellino – Rimini nuovamente una di fronte all’altra. Dopo il testa a testa della passata stagione, irpini e romagnoli oggi in campo alle 16.00 per una sfida di fondamentale importanza. Entrambe mirano a vincere, ed ottenere così punti pesanti per la salvezza. I lupi dopo il brutto scivolone di Bergamo, devono rialzarsi ed ottenere un successo che gli consentirà di posizionarsi, in una situazione di classifica più tranquilla. L’Avellino non deve e non può fallire. I lupi dovranno ottenere il secondo successo tra le mura amiche, confermando la ritrovata legge del’Partenio’. Mister Colomba conferma le impressioni della vigilia. Tre le mosse del tecnico toscano, per riuscire a portare a casa l’intera posta in palio. Il trainer di Grosseto cambia in tutti i reparti. Con i biancorossi d’Acori, ci sarà una novità per reparto. In difesa D’Andrea occuperà il posto di uno spento Criaco, a centrocampo l’ucraino Boudianski sostituirà Cinelli, mentre in attacco Biancolino cederà il testimone a Danilevicius. Non cambierà modulo l’allenatore ex Livorno, Reggina e Napoli che come sempre si affiderà al suo ‘fedelissimo’ 3-5-2. Tra i pali come sempre ci sarà Cecere in difesa con il centrale romano Masiello e Puleo. A centrocampo sulle corsie esterne confermati rispettivamente a destra e sinistra Leone e Moretti, al centro al fianco di Boudianski spazio ad Allegretti e Riccio. In attacco al fianco di Danilevicius ci sarà Leon. Ci sarà anche Ametrano che si è accomodato in panchina, mentre sarà ancora assente Millesi, che con molta probabilità tornerà in gruppo per la gara contro il Mantova. Il Rimini giungerà all’ombra del Partenio privo di Rabito, Di Giulio e Floccari infortunati. Ha recuperato invece l’ex terzino dell’Udinese Manfredini. L’esterno difensivo sarà regolarmente a disposizione di mister Acori. Assenze importanti per la truppa riminese. In attacco il tecnico biancorosso schiererà il tandem Ricchiuti – Motta. L’ex barese infatti, pare aver vinto il ballottaggio con l’italobelga Moscardelli. In porta ci sarà Pugliesi che ancora una volta sarà preferito all’esperto Dei. Difesa a quattro con Bravo e Baccin sugli esterni ed il duo Milone – Porchia centrali. Centrocampo da destra verso sinistra con Valiani, Caracciolo, Cascione e Trotta.
Ad arbitrare l’incontro il signor Gava di Conegliano Veneto. Con lui lo scorso anno, in tre incontri i biancoverdi non hanno mai vinto. Due pareggi con Benevento e Napoli fuori casa, ed una sconfitta tra le mura amiche proprio contro i sanniti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here