Le Luci d’Artista illuminano Salerno: attesi più di due milioni di visitatori

Le Luci d’Artista illuminano Salerno: attesi più di due milioni di visitatori

9 Novembre 2015

Migliaia di visitatori da tutta l’Irpinia e, secondo le stime degli organizzatori, più di 2 milioni da ogni angolo d’Italia e dall’estero si recheranno quest’anno a Salerno per lo spettacolo delle Luci d’Artista.

Trenta chilometri di “luci” che per il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, rappresentano “il più grande evento turistico della Campania e del Mezzogiorno d’Italia”.

L’inaugurazione nella Villa Comunale Comunale, trasformata per l’occasione in un Giardino Incantato, ha visto la partecipazione del Governatore della Campania, del sindaco di Salerno Vincenzo Napoli e di Biagio Izzo, testimonial della manifestazione.

“Le Luci d’Artista di Salerno – ha commentato De Luca – possono rappresentare il volano per il rilancio turistico della nostra regione. Dalla Reggia di Caserta, a Pompei, passando per le isole, Paestum, i Campi Flegrei, abbiamo un territorio con un patrimonio unico al mondo”.

Sulla stessa linea Biagio Izzo che ha dichiarato:

“In un momento di crisi, dove ovunque le luci si spengono, qui si accendono”.

Già impressionante il flusso di persone che nel primo weekend della manifestazione ha invaso la città costiera.

Tantissimi i visitatori in fila per ammirare lo spettacolo di luci, in particolare nella villa comunale, dove la balena di Pinocchio e i protagonisti di Alice nel paese delle Meraviglie, novità assolute di quest’edizione, sono stati presi d’assalto da turisti armati di macchine fotografiche e smartphone per selfie e foto dell’evento.

Previsto un boom di presenze per la rassegna che si concluderà il 24 gennaio 2016.

 

*Foto di Massimo Pica


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.