Sotto gli occhi di Nunnally la Sidigas non può sbagliare, Cantù è k.o.

0
11

Le Palme “benedicono” la Sidigas Avellino che ritrova la vittoria dopo due sconfitte esterne di fila. Il “Del Mauro” torna ad essere un fortino per biancoverdi che, sotto gli occhi del grande ex James Nunnally, rifilano 92 punti alla Mia Cantù. Sugli scudi Ragland con 33 punti e Logan con 22, in doppia cifra anche Thomas e Leunen.

Nunnally
James Nunnally al “Del Mauro”

Primo quarto 29-13 Il derby tra canturini Doc (Sacripanti e Recalcati) inizia con la tripla di Ragland dopo un buon rimbalzo di Cusin, chiamato agli straordinari data la degenza del compagno di reparto Fesenko. L’azzurro sembra dominare sotto le plance in quest’avvio di gara, consentendo a Leunen di appoggiarne altri 2 in post basso. Cournooh si sblocca per gli ospiti, seguono i 5 di fila ancora di Ragland e il libero di Thomas (11-3). Anche David Logan si iscrive a referto e sul +11 Recalcati non può che spendere la sospensione. In uscita Darden monetizza al massimo dalla lunetta, Avellino risponde con l’alley-oop sull’asse Ragland-Cusin. Ancora una chance dalla carità per i lombardi, ma c’è la solita tripla di Logan a cancellare tutto. In chiusura di quarto punti anche per Zerini e per l’applauditissimo ex Acker, all’ultimo minuto pioggia di triple: a segno due volte Ragland, Logan e Callahan.

Secondo quarto 12-25 Break biancoblu in apertura frazione, Sacripanti deve spendere subito il timeout. Cusin e Thomas, in uscita, provano a tenere banco ma Quaglia e il beneventano Parrillo feriscono dalla distanza. Il buon Pino mischia le carte, mandando sui legni Obasohan, da cui riceve 1 assist e 1 fallo. Dowdell, dai 5.75, fa bottino pieno e porta la Mia ad appena due possessi dalla Scandone. Come nella prima frazione è un giro di triple a chiudere il parziale, a segno Logan e Leunen per i biancoverdi e Parrillo e Dowdell per gli ospiti. La Sidigas si prende 25 punti nel secondo quarto.

Terzo quarto 24-20 Johnson dalla lunetta fa 4/4 a seguito di due chiamate dubbie dai grigi, Zerini replica da sotto il ferro. Darden e Thomas dalla distanza, con l’ex Real che per la prima volta in partita aveva portato gli ospiti in vantaggio. Dowdell graffia due volte in rapida successione, la Sidigas rimonta ancora con la solita tripla di Logan e i liberi di Ragland. Cantù fa ancora male ai lupi dalla carità, ma il duo Ragland-Thomas è glaciale dalla distanza. La combo-guard, ex di turno, è già a 25 punti con il 7/9 da oltre l’arco. La Sidigas va all’ultima sirena col +7 da difendere.

Ultimo quarto 27-26 Tripla di Calathes, Avellino replica con Leunen e Thomas. Cantù dà spettacolo al Delmauro con Johnson (69-67). Nel momento clou è il professor Logan a salire in cattedra, l’ex Dinamo sfiora il ventello a 4′ dalla sirena. I brianzoli sfruttano l’ennesima chance dalla lunetta per restare incollati: 18 i liberi segnati dagli uomini di Recalcati contro i miseri 5 messi a segno dai locali. La tripla di Ragland fa salire i decibel a via Zoccolari, timeout Cantù. Johnson non ne vuole sapere di issare bandiera bianca e nel finale c’è solo sofferenza per la Scandone. Acker porta la Mia ad un’incollatura, Avellino vede il rettilineo del traguardo grazie alla bomba di Leunen. Nel finale gloria anche per Green, finisce 92-86.

di Renato Spiniello.