Basta Sforzini: l’Avellino tiene accesa la speranza

Basta Sforzini: l’Avellino tiene accesa la speranza

31 Marzo 2019

di Claudio De Vito – Il massimo risultato col minimo sforzo. L’Avellino ha la meglio dell’Ostiamare grazie ad un calcio di rigore di Sforzini realizzato al 34′ del primo tempo e continua a sperare nella rincorsa al primato. Lupi sempre a -7 dal Lanusei che ha battuto anche l’Aprilia e a braccetto con il Trastevere prossimo avversario. Gara non facile per i biancoverdi che hanno fatto i conti con un Ostiamare propositivo e mai domo soprattutto nel primo tempo. Conta però il punteggio in una giornata caratterizzata dal caldo e dall’entusiasmo dei tifosi tornati a gremire gli spalti.

Avellino-Ostiamare 1-0, il tabellino.

Marcatori: 34′ pt rig. Sforzini.

Avellino (4-4-2): Viscovo; Betti, Dondoni, Dionisi, Parisi; Tribuzzi, Matute (23′ st Gerbaudo), Di Paolatonio, Da Dalt (28′ st Ciotola); Sforzini (18′ st Alfageme), De Vena (39′ st Mentana).

A disp.: Pizzella, Mithra, Omohonria, Buono, Morero. All.: Cinelli (Bucaro squalificato).

Ostiamare (4-4-2): Giannini; Di Iacovo, D’Astolfo, Pieri, Colantoni (34′ st Calveri); De Iulis, Cabella (49′ st Scaccia), Bellini (45′ st Renzetti), Bertoldi; Ferrari (20′ st Sarrocco), Attili.

A disp.: Barrago, Ceccarelli, Lazzeri, Galli, Pedone. All.: Greco.

Arbitro: Frascaro di Firenze. Assistenti: Camoni di Pistoia e Mangoni di Pistoia.

Note: ammonito 46′ st Cabella per gioco scorretto; angoli 10-0; recuperi 1′ pt e 4′ pt.

Rivivi il match attraverso la cronaca testuale

Secondo tempo

45’+6′ – Finisce qui: all’Avellino basta un rigore di Sforzini per superare l’Ostiamare. 

45’+4′ – Si andrà oltre i 4′ di recupero perché Cabella è rimasto infortunato a terra per diverso tempo e poi è stato sostituito da Scaccia.

45’+3′ – Tribuzzi davanti al portiere prova il tocco sotto ma il pallone si alza troppo finendo sopra il montante. L’Avellino non la chiude.

45’+2′ – Gerbaudo dal fondo per Di Paolantonio che a rimorchio incrocia col piatto sinistro, Giannini gli sbarra ancora la strada deviando.

45’+1′ – Arriva il primo giallo al primo di recupero: ammonito Cabella per un fallo su Gerbaudo.

45′ – Bellini esce per far posto a Renzetti. Quattro minuti di recupero al Partenio-Lombardi.

43′ – Tribuzzi mette il turbo a destra lanciato da Gerbaudo, guadagna il fondo poi mette sotto porta il pallone ma salva Di Iacovo allontanando la minaccia.

39′ – Mentana entra al posto proprio di De Vena oggi troppo scarico.

38′ – Clamoroso errore di De Vena che questa volta vede ricambiarsi il favore da Alfageme, il numero 10 biancoverde gira con il sinistro incredibilmente a lato davanti al portiere.

37′ – Bellissima combinazione ancora tra De Vena e Alfageme, lo scambio rapido a memoria con l’argentino che calcia di collo pieno in diagonale, Giannini respinge e tiene a galla l’Ostiamare.

36′ – Anagni-Trastevere 1-2.

34′ – Ciotola crosso sottomisura per De Vena che si fa anticipare di un soffio, la palla resta lì poi interviene il portiere.

34′ – Calveri entra al posto di Colantoni nell’Ostiamare.

28′ – Ciotola sostituisce Da Dalt.

26′ – Alfageme questa volta prova la soluzione a giro dal limite, pallone mal calibrato fuori misura.

24′ – Dionisi in mischia centra Colantoni, poi la palla giunge fuori area a Betti che esplode il siluro alto non di molto sopra la traversa.

23′ – Gerbaudo rileva Matute.

20′ – Sarrocco al posto di Ferrari nell’Ostiamare.

19′ – Subito Alfageme in azione: Tribuzzi innesca De Vena che vede l’inserimento dell’argentino, il tocco a superare Giannini in uscita centra il palo.

18′ – Cambio Avellino: Alfageme prende il posto di Sforzini.

18′ – Finale: Lanusei-Aprilia 1-0.

11′ – Anagni-Trastevere 1-1.

10′ – Di Paolantonio scambia con Sforzini e si incunea nella prateria ma davanti al portiere si fa ipnotizzare in angolo.

6′ – Presunto contatto tra Cabella e Dionisi in area Avellino, l’arbitro lascia proseguire e il difensore biancoverde va a muso duro dall’avversario per redarguirlo.

4′ – Di Iacovo scende a destra e mette sul secondo palo un cross tagliato, De Iulis non ci arriva, poi c’è Colantoni che calcia sul piede di Viscovo ma era in fuorigioco.

1′ – Si ricomincia al Partenio-Lombardi. 

0′ – Anagni-Trastevere 0-1: Tajarol al 45′.

0′ – Avellino sempre a -7 dal Lanusei che sta battendo 1-0 l’Aprilia Racing.

Primo tempo

45’+1′ – Finisce il primo tempo: Avellino-Ostiamare 1-0 grazie al penalty trasformato da Sforzini al 34′. 

45′ – Ottimo lavoro di Parisi che sfonda in area dalla sinistra poi però carica troppo il cross che non trova l’incornata degli attaccanti. Un minuto di recupero.

41′ – Attili si ritrova il pallone tra i piedi in area ed esplode il destro con palla che finisce fuori misura di un metro sul palo vicino. L’Ostiamare non si è demoralizzato, anzi continua a portare pericoli alla porta di Viscovo.

34′ – Sforzini dal dischetto angola la trasformazione, Giannini intuisce ma la conclusione è perfetta. 1-0 Avellino con il decimo centro stagionale dell’ariete di Tivoli. 

33′ – Calcio di rigore per l’Avellino: Di Iacovo mette giù Tribuzzi. 

31′ – De Vena aggancia in area sugli sviluppi di un calcio piazzato, l’attaccante partenopeo si gira e calcia verso la porta che però non inquadra.

27′ – Balla troppo in difesa l’Avellino che sta soffrendo l’assenza di Morero.

26′ – Attili nel cuore dell’area calcia di collo esterno, Viscovo questa volta in due tempi ma è un Ostiamare sempre più propositivo.

24′ – Ferrari vede Viscovo fuori posizione e prova a beffarlo dalla lunga distanza, il pallone è morbido ma non preciso quanto basta e termina di poco alto.

23′ – Lanusei in vantaggio 1-0 sull’Aprilia al termine del primo tempo.

22′ – Da Dalt ruba palla sulla trequarti e poi punta la porta, il destro a incrociare dal limite bacia il palo lontano. Che chance per l’Avellino con l’argentino migliore dei suoi finora.

20′ – Ostiamare di nuovo vicino al vantaggio con lo stesso tema: Bertoldi serve dalla sinistra De Iulis che sovrasta Parisi ma con la testa non riesce ad indirizzare nello specchio della porta con palla che esce di un nulla.

17′ – L’Avellino fa fatica a macinare gioco. L’Ostiamare ha un atteggiamento spavaldo ma allo stesso tempo accorto ed ordinato.

15′ – Bellini va al tiro dalla distanza, conclusione velleitaria parata agevolmente da Viscovo.

8′ – Più Ostiamare che Avellino in queste prime battute di gioco.

7′ – Colantoni va al cross dalla sinistra su calcio piazzato, Viscovo battezza male la traiettoria e smanaccia come può ma c’è D’Astolfo in agguato che non ne approfitta anche se era in posizione di offside.

6′ – Dondoni rischia il giallo travolgendo Bertoldi defilato sulla trequarti.

6′ – Molto offensivo anche il 4-4-2 viola con De Iulis e Bertoldi sugli esterni praticamente in linea con Ferrari e Attili.

2′ – Cross dalla sinistra per De Iulis che tutto solo davanti a Viscovo arriva sul pallone ma spreca malamente spedendo a lato.

1′ – Avellino-Ostiamare al via: lupi con il tradizionale completo interamente verde, ospiti invece in tenuta viola.

0′ – Lanusei-Aprilia Racing 1-0 con la marcatura di Bernardotto al 26′.

0′ – Bella atmosfera al Partenio-Lombardi con più pubblico del solito complice anche la bella giornata di sole.

0′ – Anche l’Ostiamare dovrebbe occupare il campo con il 4-4-2: Attili e De Iulis sarebbero gli interpreti del tandem offensivo.

0′ – Lo schieramento ufficiale dell’Avellino è quello annunciato con Sforzini e De Vena in avanti. Alfageme parte dalla panchina come Morero che lascia il posto a Dondoni.

0′ – Attesi sugli spalti almeno quattromila spettatori, 2.200 dei quali abbonati, 700 con in mano il doppio biglietto promozionale e circa una quindicina agguerriti arrivati da Ostia.

0′ – Finalmente una giornata primaverile al Partenio-Lombardi dove la temperatura si attesta sui 20 gradi abbondanti.

0′ – Morero e Alfageme non sono al top della condizione e allora in ottica Trastevere Bucaro, che cederà il posto in panchina a Cinelli, dovrebbe risparmiarli nel consueto 4-4-2 a trazione anteriore. Dionisi-Dondoni e De Vena-Sforzini allora le coppie di difesa e d’attacco che dovrebbero scendere in campo. Per il resto non dovrebbe cambiare nulla rispetto al match con l’Aprilia.

0′ – A distanza di quattro giorni l’Avellino torna di scena al Partenio-Lombardi per la curva numero 33 di un tracciato in salita. L’ostacolo di turno si chiama Ostiamare, la speranza invece è la solita: vincere e sperare che il Lanusei, in campo mezz’ora prima dei lupi, inciampi con l’Aprilia. L’ora legale sposta le lancette della LND: il via alle ostilità è fissato alle 15.