Matute terra-aria: l’Avellino supera la Flaminia

Matute terra-aria: l’Avellino supera la Flaminia

13 Febbraio 2019

di Claudio De Vito – Questa volta serve una prodezza di Kelvin Matute all’Avellino per avere ragione in casa di un’ostica e combattiva Flaminia che fino alla fine ha tenuto sulla corda i biancoverdi. 1-0 il finale al Partenio-Lombardi dove l’Avellino ha faticato a trovare la via del gol spalancata soltanto dalla soluzione balistica del camerunense, capitano per l’occasione. Ma è stata un’altra sofferenza casalinga fino all’ultimo minuto con il salvataggio sulla linea di Betti, piccolo grande eroe di un Avellino che può proseguire la sua rincorsa. Hanno vinto Lanusei e Trastevere, ha perso il Sassari Latte Dolce prossimo avversario in Sardegna. Tre punti che sanno di continuità per una squadra che ha confermato il dato positivo nelle retrovie: non si incassano gol da tre partite.

Avellino-Flaminia 1-0, il tabellino.

Marcatori: 31′ st Matute.

Avellino (4-3-3): Viscovo; Betti, Dionisi, Dondoni, Parisi; Matute, Gerbaudo (28′ st Di Paolantonio), Carbonelli (1′ st Tribuzzi); Alfageme, De Vena (45′ st Ciotola), Pepe (1′ st Da Dalt).

A disp.: Lagomarsini, Mentana, Omohonria, F. Buono, Capitanio. All.: Bucaro.

Flaminia (4-3-1-2): Vitali, Gnignera, D’Orsi, Cangi, Carta (38′ st Morbidelli); Seck, D. Buono (23′ st Guadalupi), Mattia (46′ st Modesti); Lazzarini; Genchi (36′ st Mignone), Abate (28′ st Ferrara).

A disp.: Montesi, Staffa, Giovannetti, Fapperdue. All.: Schenardi.

Arbitro: Nicolini di Brescia. Assistenti: Regattieri di Finale Emilia e Spagnolo di Reggio Emilia.

Note: ammoniti 33′ pt Vitali, 3′ st Da Dalt, 45′ st Mattia per comportamento non regolamentare, 44′ pt Gerbaudo, 2′ st Gnignera per gioco scorretto; angoli 4-0; recuperi 1′ pt e 4′ st; spettatori 3011 (di cui 2200 abbonati).

Rivivi il match attraverso la cronaca testuale

Secondo tempo

45’+5′ – Fischietto in bocca per Nicolini: l’Avellino batte la Flaminia col minimo sforzo grazie al siluro di Matute.

45’+3′ Clamoroso rischio per l’Avellino: Viscovo esce su Morbidelli che recupera il pallone e da posizione defilata calcia in porta sotto le gambe del portiere, sulla linea è pronto D’Orsi ma Betti è provvidenziale nel salvataggio che vale tre punti.

45’+1′ – Modesti al posto di Mattia.

45′ – Quattro minuti di recupero.

45′ – Ciotola sostituisce De Vena.

38′ – Morbidelli al posto di Carta è il cambio offensivo di Schenardi.

36′ – La Flaminia inserisce Mignone al posto di Genchi.

34′ – De Vena prova il jolly su punizione, il suo sinistro finisce largo.

31′ – Avellino in vantaggio con Matute: sinistro terrificante dal limite del camerunense che libera l’urlo del Partenio-Lombardi. 1-0 Avellino.

28′ – Ferrara sostituisce Abate nella Flaminia e Gerbaudo esce per far posto a Di Paolantonio tra le fila biancoverdi.

25′ – Alfageme riceve da Da Dalt, entra in area, ha tutto il tempo per prendere la mira ma spara addosso a Vitali, poi sulla respinta calcia direttamente in curva con il portiere a terra.

23′ – Guadalupi al posto di Davide Buono nella Flaminia.

22′ – L’Avellino non riesce a sbloccare la partita e allora il pubblico rumoreggia complice il vantaggio del Lanusei.

19′ – Lanusei in vantaggio: 1-0 sul campo dell’Atletico.

18′ – Gerbaudo col sinistro troppo fiacco che finisce tra le braccia di Vitali ma l’Avellino è salito di tono.

15′ – Tribuzzi apparecchia per De Vena dalla sinistra, il colpo di testa, Vitali esce e mura come può l’impatto ravvicinato dell’attaccante.

14′ – De Vena in diagonale col mancino sul primo palo, Vitali goffo in angolo.

14′ – Anagni-Latte Dolce 1-0.

12′ – Non è cambiato un granché rispetto al primo tempo se non il dinamismo di Da Dalt apportato alla manovra d’attacco.

8′ – Raddoppio Trastevere sul campo della Lupa Roma: 0-2.

6′ – Cross di Da Dalt deviato, traiettoria strana che giunge a Tribuzzi che prova a sorprendere il portiere con un tocco di collo esterno, palla alta non di molto.

3′ – Clamorosa decisione del direttore di gara che ammonisce questa volta Da Dalt per simulazione.

2′ – Ammonito Gnignera per aver fermato Da Dalt in azione a centrocampo.

1′ – Comunicato il dato ufficiale degli spettatori presenti al Partenio-Lombardi. Sono 3011, 2200 dei quali abbonati.

1′ – Si riprende con il doppio cambio: Tribuzzi sostituisce Carbonelli e Da Dalt rileva Pepe. Sarà 4-4-2 con Tribuzzi e Da Dalt larghi sugli esterni di centrocampo e Alfageme accentrato al fianco di De Vena.

0′ – Già pronti Tribuzzi e Da Dalt che si sono ripresentati in campo con la tenuta di gioco. Dovrebbero uscire Pepe e Carbonelli.

0′ – Tribuzzi e Da Dalt sono rientrati negli spogliatoi. Istruzioni per loro che dovrebbero entrare subito in campo per passare al 4-4-2.

Primo tempo

45’+1′ – Termina un primo tempo in ombra per l’Avellino bloccato sullo 0-0 dalla Flaminia.

45′ – Un minuto di recupero.

44′ – Ammonito Gerbaudo per un duro intervento ai danni di Genchi.

38′ – Da Dalt e Tribuzzi si alzano dalla panchina per riscaldarsi. C’è il 4-4-2 offensivo nella mente di Bucaro per provare a scardinare la resistenza rossoblu.

36′ – Gesto di stizza di Bucaro che lancia una bottiglietta d’acqua nell’area tecnica perché il suo Avellino fa fatica addirittura ad impostare.

35′ – Avellino senza idee e imbrigliato dalla Flaminia.

33′ – Ammonito Vitali per perdita di tempo su un rinvio.

32′ – Zero varchi e allora Matute carica il destro dalla distanza, il siluro del camerunense termina altro di poco.

30′ – Giro palla orizzontale portato alle estremo conseguenze dall’Avellino che non trova spazio tra le maglie di una Flaminia compatta in fase di non possesso.

28′ – Altra partita difensiva di Alfageme costretto a ripiegare spesso sulla fascia destra.

26′ – Trastevere in vantaggio sulla Lupa Roma: 1-0 a Rocca Priora.

23′ – Corner corto di Pepe per Parisi che scodella in area dalla trequarti, portiere a vuoto, De Vena lo anticipa di testa spalle alla porta che però non viene inquadrata dal tentativo aereo del capocannoniere del girone. Buona chance lupi a metà tempo.

22′ – L’Avellino non riesce ad esprimere il suo potenziale di gioco al cospetto di un avversario ben messo in campo.

19′ – Squillo Flaminia: sponda di Genchi per Mattia che esplode il destro dai 20 metri fuori misura.

15′ – Palla in area per Alfageme che impatta la sfera di testa spedendola abbondantemente a lato.

13′ – A terra Genchi nei pressi della panchina biancoverde. Gioco abbastanza spezzettato in questo avvio.

8′ – Gerbaudo si mette in proprio e calcia ai 22 metri, palla lenta che si spegne sul fondo.

7′ – Palleggio della Flaminia in questa prima fase.

5′ – Fase di studio iniziale con l’Avellino che deve calibrare le traiettorie aeree di passaggio sul forte vento contrario.

2′ – 4-3-3 Avellino con Alfageme, De Vena e Pepe nel tridente.

1′ – Al via Avellino-Flaminia: lupi in divisa interamente bianca, ospiti con maglia a strisce verticali rosse e blu e pantaloncini e calzettoni blu. L’Avellino attaccherà con il vento a sfavore in questa prima frazione di gioco. Partita iniziata con 5′ di ritardo.

0′ – Pomeriggio caratterizzato dal sole ma anche da un forte vento gelido al Partenio-Lombardi dove, in virtù dell’impegno infrasettimanale, non è attesa una folta cornice di pubblico.

0′ – Turnover della stessa portata anche da parte della Flaminia con Schenardi che opera cinque cambi rispetto alla gara con l’Anagni. 4-3-1-2 per la formazione di Civita Castellana che presenta in avanti l’ex e bestia nera Abate. Fuori anche il gioiellino 2000 Mignone.

0′ – Bucaro cambia assetto tattico tornando al 4-4-2 a trazione anteriore. C’è finalmente Pepe dal primo minuto sulla corsia sinistra. Sull’altra, Tribuzzi (diffidato) riposa e lascia il posto a Carbonelli al rientro da titolare. Ben tre i classe 2000 in campo tra le fila biancoverdi con Parisi e Betti a completare la batteria. Dondoni ce la fa e gioca al centro della difesa con Dionisi. Mediana rivoluzionata con Matute e Gerbaudo e attacco affidato al duo Alfageme-De Vena. Ben cinque le novità rispetto alla trasferta di Lanusei.

0′ – Dopo aver ritrovato l’entusiasmo per la rincorsa grazie al blitz di Lanusei, l’Avellino ospita la Flaminia nel turno infrasettimanale valevole per la ventisettesima giornata del girone G della Lega Nazionale Dilettanti. Sette punti separano dalla capolista sarda i lupi determinati a proseguire la striscia positiva davanti al pubblico amico. Nel cuore del febbraio decisivo, è il momento di spingere sull’acceleratore: alle 14.30 il via alle ostilità da