Avellino Calcio – Sansone gela i lupi: il Bologna ipoteca la finale. Rivivi il live

0
100
Avellino Bologna

45’+6′ st – Triplice fischio. Cala il sipario sul primo round tra Avellino e Bologna. La rete di Sansone fa pendere l’ago della bilancia dalla parte dei felsinei. Ai lupi servirà vincere con due reti di scarto per raggiungere la finale. Applausi per la squadra di Rastelli al termine del match.

45′ st – Ancora cinque minuti per le speranze biancoverdi di rimonta. Si andrà avanti fino al 50′

40′ st – Angolo di Zito per la testa di Comi che prende l’ascensore ma il pallone termina di poco alto con Da Costa a controllare gli sviluppi dell’incornata del numero nove dei lupi.

39′ st – L’Avellino tenta di agguantare un pari prezioso in ottica ritorno: se finisse così servirebbero ben due gol al “Dall’Ara” per passare il turno.

34′ st – Doppio cambio, uno per parte: Rastelli getta nella mischia Trotta per Mokulu, mentre Delio Rossi sostituisce Karim Laribi con Krsticic.

28′ st – Maietta finisce sul taccuino dell’arbitro. Rastelli invece cambia per la seconda volta con Bittante mandato in campo al posto di Visconti.

24′ st – L’Avellino preme ma senza creare pericoli, mentre il Bologna gioca di rimessa cercando di pescare sul filo del fuorigioco la rapidità di Sansone.

23′ st – Pubblico di casa indispettito dalla gestione dei falli da parte dell’arbitro Pasqua.

18′ st – Punizione potente di Casarini dai 25 metri che sorvola di poco la traversa.

14′ – Azione ben orchestrata dall’Avellino che porta Almici al rasoterra basso al centro, Mokulu svirgola ma la palla arriva a Zito che sul secondo palo da posizione defilata spara sul portiere. 

13′ st – L’Avellino non riesce a trovare sbocchi in avanti dove Comi e Mokulu sono troppo isolati.

9′ st – Primo cambio tra le fila biancoverdi con Schiavon che prende il posto di Regoli a centrocampo.

7′ st – Occasionissima per Sansone che riceve su una torre in area, il destro volante però è preda di Frattali che blocca alla sua sinistra in presa plastica.

1′ st – Riprende il match senza cambi da ambo le parti.

45’+1′ – Termina la prima frazione con il Bologna in vantaggio grazie alla combinazione fulminea tutta in verticale sull’asse centrale Matuzalem-Laribi-Sansone. Biancoverdi in ombra, ma il match resta equilibrato sul piano del gioco.

45′ – Regoli va sul fondo e crossa per Comi che di testa indisturbato indirizza il pallone a lato.

42′ – L’Avellino pecca di lucidità ed in tal senso sembra pagare le fatiche di La Spezia.

37′ – Bordata di Almici dal vertice destro dell’area deviata da Masina che per poco non beffa Da Costa con palla che si spegne di un nulla alla destra del portiere rossoblu.

34′ – Ottimo fraseggio sulla sinistra tra Zito e Visconti, il cross dell’ex Cremonese per l’anticipo in terzo tempo di testa di Regoli che però spedisce abbondantemente alto.

31′ – Bologna pericoloso con Mancosu che innesca sulla corsa Casarini, il destro appena dentro l’area termina alto sull’incrocio vicino.

29′ – L’Avellino sembra intimorito dopo lo svantaggio: troppi errori marchiani da parte della formazione di Rastelli che non riesce a ritrovarsi.

24′ – Vantaggio rossoblu con Sansone lanciato a rete dalla verticalizzazione di Laribi. Il numero 11 a tu per tu con Frattali è freddo e porta in vantaggio i felsinei. Partenio-Lombardi sotto shock.

22′ – Ammonizione pesante per Pisacane che interviene in gioco pericoloso su Mancosu: il difensore biancoverde salterà il match di ritorno al Dall’Ara.

21′ – Gara equilibrata al “Partenio-Lombardi”. Zero sussulti dalle parti dei due portieri con il gioco che ristagna a centrocampo.

14′ – Il match vive di fiammate principalmente di marca biancoverde con Regoli abile a proporsi in mediana.

9′ – Il Bologna gioca quasi con un 4-3-2-1 con Sansone largo a destra come seconda punta a sostegno di Mancosu unico vero e proprio riferimento avanzato.

6′ – L’Avellino replica con Regoli che ruba il pallone a Buchel, arriva al limite e scaglia il destro sbilenco che termina a lato sul palo vicino.

5′ – Il Bologna tiene il campo e fa la partita cercando di prevalere con il giro palla dei suoi centrocampisti pronto ad innescare la rapidità di Sansone che si sgancia spesso dalla linea degli attaccanti per gettare scompiglio da lontano.

3′ – Break di Sansone che parte dalla trequarti destra, si accentra e scaglia il sinistro murato da Ely.

0′ – Nell’immediato prepartita, spunta uno striscione in Curva Sud “Grinta e determinazione…conquistiamo la promozione”

0′ – Il Pescara intanto ha battuto di misura il Vicenza nell’andata dell’Adriatico. Decisivo il penalty di Memushaj a tre minuti dal termine con il portiere biancorosso Vigorito espulso in occasione del fallo da rigore.

0′ – Decibel già abbastanza sostenuti in Curva Sud da dove è partito l’incessante incitamento per il lupi impegnati nelle operazioni di riscaldamento.

Dallo stadio “Partenio-Lombardi” – C’è il pubblico delle grandi occasioni a spingere l’Avellino verso la finale che mette in palio l’accesso in Serie A. Davanti a oltre 10mila spettatori, i biancoverdi sfidano il Bologna nel match d’andata della semifinale play-off galvanizzati dal blitz di La Spezia andato in scena soltanto tre giorni fa. Lupi a corto di fiato, di energie e anche di uomini alla luce delle assenze di Arini, D’Angelo e Soumarè a centrocampo, e di Chiosa in difesa. Rastelli però recupera Castaldo che parte dalla panchina: in attacco ci sono Comi e Mokulu per la prima volta insieme. In mediana, il tecnico biancoverde preferisce Regoli a Schiavon nel ruolo di interno destro con Kone e Zito confermati proprio come l’intero blocco difensivo da cui origina il 4-3-1-2, che è anche il modulo del Bologna. Delio Rossi deve fare a meno di Krsticic che cede il posto sulla trequarti a Karim Laribi. In avanti la coppia gol è composta da Sansone e Mancosu. Il resto dell’undici titolare è quello annunciato con M’baye preferito a Ceccarelli sulla fascia destra.

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Almici, Ely, Pisacane, Visconti (28′ st Bittante); Regoli (9′ st Schiavon), Kone, Zito; Sbaffo; Mokulu (34′ st Trotta), Comi.

All.: Massimo Rastelli.

A disp.: Gomis, Fabbro, Castaldo, Vergara, Angeli, Filkor.

 

Bologna (4-3-1-2): Da Costa; M’baye, Oikonomou, Maietta (49′ st Ferrari), Masina; Casarini, Matuzalem, Buchel; Laribi; Mancosu (18′ st Acquafresca), Sansone (34′ st Krsticic).

A disp.: Coppola, Morleo, Garics, Cacia, Ceccarelli, Improta.

All.: Delio Rossi.

Arbitro: Fabrizio Pasqua della sezione di Tivoli.

Guardalinee: Stefano Del Giovane della sezione di Albano Laziale e Maurizio De Troia della sezione di Termoli.

Addizionali: Federico La Penna della sezione di Roma 1 e Renzo Candussio della sezione di Cervignano del Friuli.

Reti: 24′ pt Sansone.

Note: ammoniti al 22′ pt Pisacane (A), al 17′ st Schiavon (A), al 28′ st Maietta (B); angoli 8-1, recuperi 1′ pt e 6′ st; spettatori 10mila circa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here