L’Irpinia unita per i diritti umani: è il turno di Aiello del Sabato

L’Irpinia unita per i diritti umani: è il turno di Aiello del Sabato

26 Agosto 2021

Sarà Aiello del Sabato ad ospitare la prossima tappa del calendario di eventi della mostra “L’Irpinia unita per i diritti umani – 50 storie troppo simili per essere diverse”.

Venerdì a partire dall 19.30, presso lo spazio antistante il Centro Sociale “Madre Teresa di Calcutta”, si svilupperà un incontro che introdurrà il docufilm “Sorelle d’Italia”, di Daniele Gaglianone, in collaborazione con Medici Senza Frontiere Italia.

La pellicola è il ritratto di tre donne (Elena, Georgia e Lorena), di età e provenienza differenti, che hanno deciso di impegnarsi nell’accoglienza spontanea, fuori da strutture pubbliche e private, inserite in una rete spesso fragile e locale. Tre donne che scelgono di non voltare la faccia dall’altra parte o di rifugiarsi nella paura dell’altro. Il volto di un’Italia solidale che va oltre le polemiche e la retorica dell’odio e che tende la mano ai migranti e richiedenti asilo esclusi dalle strutture di accoglienza.

Dopo i saluti dell’amministrazione, ne parleranno con gli intervenuti Claudio Petrozzelli (6000 Sardine), Tommaso Maria Ferri (presidente Fondazione Rachelina Ambrosini), Danilo Gaeta e Daniela Gioiella (Forum dei Giovani di Aiello del Sabato).

I pannelli disegnati da Gianluca Costantini sono presenti in altri 8 comuni dell’Irpinia (Ariano Irpino, Atripalda, Avellino, Baiano, Calitri, Cesinali, Montella, Montemiletto) e sono visitabili fino al 30 agosto.