L’Irpinia Sospesa di Bergamino al Carcere Borbonico

0
435

L’Irpinia Sospesa di Bergamino al Carcere Borbonico. Domani, venerdì 3 dicembre, alle 18 (durerà fino al 17 dicembre), sarà inaugurata – presso il complesso museale del carcere Borbonico di Avellino, nella Sala Martelli, la mostra fotografica Irpinia Sospesa curata dal fotografo professionista Antonio Bergamino, promossa dall’Ordine degli architetti Irpini e patrocinata dalla Provincia di Avellino.

Antonio Bergamino è un abile fotografo, famoso per le sue spettacolari immagini di reportage, di foto subacquee, di architettura e di scena. Bergamino realizza le proprie foto attraverso i dettagli delle cose che ha intorno ogni giorno, colori, geometrie e atmosfere. La mostra Irpinia Sospesa, giunta ad Avellino nel periodo prenatalizio, dopo essere stata ospitata in altri comuni della provincia, offre una galleria d’immagini in bianco e nero che narrano il paesaggio irpino nella sua dolcezza e nella sua durezza. Fotografa piazze, chiese, interni di laboratori, volti, paesaggi, scorci di borghi, momenti di vita sociale e culturale.

“Il lavoro fotografico nasce da un impulso di Rosanna Repole. Si è sviluppato con il sostegno di alcuni imprenditori locali. Si è svolto nei 18 comuni irpini rientranti nella fascia piu’ colpita dal sisma del 1980. La mostra è un estratto di un volume dedicato ai quaranta anni dal terremoto. Sono grato agli architetti irpini che avendo visitato la mostra a Bisaccia hanno fortemente voluto che si ripetesse proprio ad Avellino nella sua penultima tappa, per poi chiudere l’itinerario espositivo nel 2022 a Torella dei Lombardi”, dichiara l’autore Antonio Bergamino.

“La mostra Irpinia Sospesa di Antonio Bergamino – dichiara Eleonora Dionisio vicepresidente dell’ordine degli architetti di Avellino – organizzata con il consigliere Giuseppe Nardiello, si lega al tema ricorrente della conoscenza delle aree interne della nostra provincia, evidenziandone non solo la loro intrinseca bellezza, ma anche le potenzialità su cui poter elaborare idee propositive, finalizzate alla valorizzazione di questo ricco patrimonio”.

“Ringrazio i consiglieri Eleonora Dionisio e Giuseppe Nardiello per l’impegno profuso per l’organizzazione della mostra, alla quale Vi aspettiamo numerosi perché si tratta di un importante evento, che valorizza un abile professionista, ma soprattutto il nostro territorio dell’Irpinia” è l’invito rivolto dal presidente degli architetti irpini Erminio Petecca.