L’irpina Marzia Bilotta tra i 56 in corsa per nomina Agcom

0
26

Commissario Agcom, si avvicina il giorno della nomina. Alla Camera dei Deputati sono arrivati oltre 1200 curriculum. Ma è stata fatta già una prima scrematura da parte della presidenza. Tra i 56 che hanno superato il primo step c’è anche una irpina: Marzia Bilotta, laureata in economia e commercio e già membro per la Regione Campania nel Consiglio nazionale per l’ambiente presso il Ministero. La Bilotta rientra tra i nomi in “quota rosa”: oltre al suo curriculum c’è quello di Laura Rovizzi (Ad di Open Gate Italia); Tiziana Catarci (professore ordinario di sistemi di elaborazione delle informazioni presso l’Università Sapienza di Roma);Giovanna De Minico (docente di diritto costituzionale presso l’università Federico II di Napoli). C’è anche una candidata “interna” all’Authority. Si tratta di Annalisa D’Orazio, capo di gabinetto dell’Autorità. Tra i nomi in elenco spiccano quello di Antonio Sassano, attualmente presidente dell’organo di vigilanza di Open Access di Telecom Italia, e su cui il Pd starebbe puntando. Dalla sua Sassano ha una lunga storia di docente universitario nel settore delle telecomunicazioni, il fatto di essere tra i maggiori esperti in Italia sul tema delicatissimo delle frequenze, anni di collaborazione come esperto di Agcom. Ma anche quello di Roberto Zaccaria, ex deputato Pd ed ex presidente della Rai, e Fulvio Ananasso, ex direttore Studi, Ricerca e Formazione Agcom. Altro candidato è Giuseppe Attardi, docente dell’Università di Pisa. In lizza anche Francesco Beltrame (ex numero uno di DigitPA); Tullio Camiglieri (fondatore di Open Gate Italia); Achille de Tommaso (presidente di Anfov) e Francesco Vatalaro (professore di Telecomunicazioni all’Università di Roma Tor Vergata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here