Lettera a De Luca, la Uil di Avellino e Benevento chiede stabilizzazione lavoratori atipici sanità

Lettera a De Luca, la Uil di Avellino e Benevento chiede stabilizzazione lavoratori atipici sanità

29 Dicembre 2020

La Uil di Avellino e Benevento chiede la stabilizzazione dei lavoratori atipici della sanità. Lo fa con una lettera inviata al presidente della Regione Campania, al presidente della commissione Sanità, al direttore generale dell’Asl di Avellino.

Tra le altre cose, scrivono: “Le strutture pubbliche sanitarie dell’Asl di Avellino, negli ultimi quindici anni, causa il blocco delle assunzioni e la conseguente carenza di Infermieri ed Operatori Socio Sanitari, per poter garantire i livelli minimi di assistenza non solo nei presidi sanitari ma anche nelle corsie di ospedale, hanno fatto massiccio ricorso alle prestazioni d’opera attraverso cooperative di servizi”.

“La Uil di Avellino ritiene che, nella partita della stabilizzazione dei precari nell’ambito della sanità pubblica, occorre farsi carico anche dei suddetti lavoratori atipici, che sono impiegati nelle corsie ospedaliere, nell’assistenza diretta agli ammalati, a garantire i LEA ed a sostenere l’urto della pandemia da Covid 19. In tal senso si è espresso anche il Consiglio di Stato, che si è pronunciato a favore dei lavoratori in specifiche vertenze, pur se non ancora in maniera definitiva”.

“Al riguardo, un ruolo strategico dovrà essere svolto dalla Regione Campania, al cui Presidente è rivolta questa nostra rivendicazione, chiedendo di fornire risposte certe e concrete ai lavoratori somministrati e delle cooperative. Analogo appello si rivolge al Presidente della Commissione Regionale Sanità, per sostenere questa giusta battaglia a favore dei lavoratori precari rimasti fuori dalle procedure di stabilizzazione”.