Letizia Battaglia, è morta la fotografa che ha raccontato la mafia

0
708

Nella serata di ieri è morta a 87 anni la fotografa palermitana Letizia Battaglia, da tempo malata. Nata a Palermo nel 1935, ha iniziato presto il suo percorso, lavorando dal 1969 al giornale L’Ora, all’epoca l’unica donna della redazione.

Cominciò così a raccontare la Sicilia, cercando di trovare il modo di mostrare la mafia attraverso le sue immagini. Il 6 gennaio 1980 fu la prima fotoreporter a giungere sul luogo in cui venne assassinato Piersanti Mattarella e nello stesso anno lo scatto della “Bambina con il pallone” divenne famoso in tutto il mondo. E ancora, fotografò Ezra Pound, Pino Puglisi, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, il boss Leoluca Bagarella e gli esattori mafiosi Salvo con Andreotti all’Hotel Zagarella.

Fondò riviste come Mezzocielo, realizzata da donne, diresse il Centro Internazionale di Fotografia alla Zisa, negli anni ’80 fondò il laboratorio d’If per formare i reporter palermitani, fondò l’agenzia Informazione fotografica frequentata da Josef Koudelka e Ferdinando Scianna, fu consigliera comunale per i Verdi e assessore comunale a Palermo per la giunta Orlando.