Serie C, è il momento di decidere: per l’Avellino una possibile ‘lotta’ per la B

Serie C, è il momento di decidere: per l’Avellino una possibile ‘lotta’ per la B

18 Aprile 2020

di Claudio De Vito. Stop al campionato; Monza, Vicenza e Reggina in Serie B; blocco delle retrocessioni D con annesso blocco dei ripescaggi dalla Lega Nazionale Dilettanti; possibilità di eventuali ripescaggi in cadetteria e dulcis in fundo la quarta promozione da affidare alla sorte. Sono le proposte che il prossimo 4 maggio approderanno in Assemblea di Lega per essere sottoposte all’approvazione dei 60 club di Serie C.

Le ha formulate il Consiglio Direttivo della Lega Pro, riunitosi questa mattina, sulla scorta degli umori sondati nell’Assemblea fiume dello scorso 3 aprile. La C fiuta l’inevitabile bivio a stretto giro e si prepara perché sa di non poter tenere il passo della massima serie in termini di sicurezza sanitaria da garantire per la ripresa della attività. E allora tanti saluti a malincuore alla stagione 2019/2020: non esistono alternative.

Il fronte del no alla prosecuzione del torneo è rimasto compatto, anzi a distanza di due settimane è ancora più coeso dopo aver preso visione del protocollo della commissione medico scientifica della Figc, applicabile alla sola Serie A. Il 4 maggio – data che segnerà il ritorno in campo per gli allenamenti nelle categorie superiori – alle 11 allora ci si riunirà per approvare o meno i punti varati dal Consiglio Direttivo.

Naturalmente l’ultima parola, in caso di semaforo verde, spetterebbe al presidente della Federcalcio Gabriele Gravina e al Consiglio Federale, che si dovrebbe riunire tra il 5 ed il 7 maggio, per le delibere del caso.

In caso di via libera, sarebbe davvero singolare la modalità di svolgimento dei playoff che vedrebbero protagonista anche l’Avellino, ora al decimo posto con 40 punti nel girone C. La quarta promossa in B infatti verrebbe stabilita dal sorteggio tra tutte le squadre posizionate attualmente in griglia playoff, cioè entro il decimo posto. Un meccanismo davvero singolare che sicuramente al Bari, tanto per fare un nome, non piacerà.

In B tramite sorteggio, proprio così. Un sorteggio che verrebbe effettuato utilizzando lo stesso format previsto dal regolamento playoff. In buona sostanza i partecipanti alla post-season promozione non scenderebbero in campo, ma per il passaggio del turno ci si affiderebbe alla dea bendata. L’Avellino “sfiderebbe” la Ternana al primo colpo: né in campo, né ai videogame ma nel bussolotto. Chi “vince”, continua il proprio anomalo percorso nel tabellone. Tra 15 giorni se ne saprà di più.