Lega Dilettanti, Cosimo Sibilia candidato unico: dovrà lasciare Coni e Figc Campania

Lega Dilettanti, Cosimo Sibilia candidato unico: dovrà lasciare Coni e Figc Campania

10 Novembre 2016

Raggiunto l’accordo per la presidenza della Lega Nazionale Dilettanti: sarà il senatore avellinese Cosimo Sibilia il candidato unico con la benedizione di Giovanni Malagò, che lo stima da anni, e di Carlo Tavecchio.

Non è ancora certo quando si voterà – probabilmente a gennaio – ma di certo c’è che Sibilia, se eletto, come parrebbe, dovrà lasciare per incompatibilità la presidenza del Coni Campania, inoltre il segretario provinciale di Forza Italia è anche Commissario Straordinario della Figc Campania, altro incarico che potrebbe lasciare anche se in questo caso non c’è incompatibilità tra le cariche.

Pastore, ex presidente dell’organo campano, è ancora squalificato e vedremo come si risolverà anche questa situazione. Intanto la gestione commissariale ha prodotto per il momento un taglio del 10% dei costi d’iscrizione ai campionati dilettantistici, segno che competenze ed entusiasmo non mancano al senatore.

Il suo programma per la Lnd, soltanto abbozzato, prevede appunto la riduzione dei costi, il miglioramento dei rapporti tra centro e periferie, la cura della formazione della classe dirigente, l’incremento dei rapporti con le istituzioni e una sinergia con i settori giovanili e scolastici.

Insomma Sibilia è atteso a Roma da un lavoro enorme per rilanciare i Dilettanti. L’attuale presidente, Antonio Cosentino, dovrebbe, una volta scaduto il proprio mandato, restare in Lnd con l’incarico di responsabile area sud, e quindi resterà anche in consiglio federale.