“Lascio azienda solida con eredità certa”. Irpiniambiente, il saluto di Sperandeo

“Lascio azienda solida con eredità certa”. Irpiniambiente, il saluto di Sperandeo

10 Febbraio 2021

L’amministratore unico della società Irpiniambiente, Matteo Sperandeo, in procinto di lasciare la società, per ricoprire l’incarico di segretario generale del Comune di Crotone, affida le sue riflessioni ed il suo saluto ad un comunicato stampa.

“Dopo un anno dall’inizio dell’esperienza quale amministratore unico di Irpiniambiente, torno alla mia vocazione professionale specifica. Una decisione sofferta ma che mi consente di coltivare, in una realtà ricca di sollecitazioni, l’impegno di una vita professionale che in più occasioni mi ha visto ricoprire il ruolo di segretario comunale di diverse realtà italiane.

Lascio la rappresentanza gestionale di Irpiniambiente, sicuro di aver offerto senza risparmio, le mie competenze e le mie conoscenze, in un contesto particolarmente difficile, se non drammatico, quale quello determinato dalla pandemia da Covid che ha investito il settore del Ciclo Integrato dei rifiuti con numerose istanze e problematicità.

La breve ed intensa esperienza alla guida della società, in collaborazione e costante confronto con il Direttore Generale, Prof Armando Masucci, mi ha consentito di gestire l’eredità ricevuta, valorizzandone le positività e, al contempo, chiamandomi a fronteggiare nuove e antiche problematiche legate agli assetti normativi ed agli scenari del comparto.

Avendo ricoperto il ruolo, rispettoso dei rapporti interistituzionali, lascio, seppur dopo appena un anno, un percorso di operatività e di gestione che rappresentano un patrimonio per poter assicurare la continuità gestionale a chi mi succederà, sicuro che la scelta del socio unico, saprà valorizzare il mio lavoro e dare una prospettiva strategica ad Irpiniambiente, nel passaggio di consegne, che costituiscono il punto di riferimento nel breve e medio periodo, per la gestione societaria e nel ruolo che questa dovrà ricoprire in funzione dei futuri assetti che coinvolgeranno il ciclo integrato dei rifiuti in Provincia di Avellino ed in particolar all’esito delle decisioni che dovrà adottare l’Ente d’Ambito..

Non va, inoltre, sottaciuta la capacità del direttore generale di massimizzare gli sforzi compiuti con me e offrire a chi ricoprirà il mio ruolo, credenziali, prospettive e strategie tracciate nel corso dell’anno appena passato, assicurando l’operatività senza alcuna soluzione di continuità e fungendo da trait d’union tra i presupposti creati e i futuri scenari che si andranno a delineare.

Ringrazio, come già ho avuto modo di fare personalmente, anche il presidente della Provincia, l’avvocato Domenico Biancardi ed il suo staff, per l’opportunità concessami, sicuro che la scelta del mio successore avverrà con l’obiettivo di assicurare ad Irpiniambiente una gestione sempre rispondente ai criteri di efficienza, economicità e trasparenza amministrativa.

Il ringraziamento va esteso inoltre a tutte le maestranze dell’azienda, alle quali mi riservo di far giungere un messaggio diretto e più ampio.

Non dimentico, in ultimo ma non ultimo, i rapporti avuti con gli operatori dell’informazione locale che hanno sempre costituito un attento strumento di confronto e riflessione, funzionale alla costante ricerca del miglioramento del servizio, nonché un utile strumento per la diffusione della conoscenza circa le azioni poste in essere da Irpiniambiente”.