L’appello di Gadit Avellino: “Non regalate cuccioli di cane a Natale”

L’appello di Gadit Avellino: “Non regalate cuccioli di cane a Natale”

17 Dicembre 2020

Il Presidente della Gadit Avellino Antonio Pepe vuole aprire una veloce parentesi sul regalare cuccioli per Natale. Un cane o un gatto comprato e regalato a Natale può diventare un randagio a Ferragosto, questa triste verità e ciò che succede al momento che regaliamo cuccioli con superficialità. Diventa doverosa in questo periodo natalizio questa osservazione, che si augura di poter far desistere chi non è in grado di poter accudire un cucciolo, in periodo di regali. prima di regalare un cane/o gatto ai vostri bambini per natale ,considerate che avere un cucciolo/batuffolo pelosetto che ti fa aprire gli occhi dalla gioia per la sua tenerezza e voglia di coccole appena aperta la scatola regalo, poi diventa un impegno e una responsabilità grande uguale a come avere un altro figlio, se valutate bene che avete spazio, tempo, e pazienza allora pensate a regalare un cagnolino, che comunque resta per sempre ,ma altrimenti lasciate stare perché il cucciolo che regalate a Dicembre lo ritroviamo come randagio a giugno . Dove poi ci risulta difficile salvarli da incidenti stradali ,sono la mia associazione tra maggio e settembre 2020 ha soccorso vari animali nella nostra realtà Irpina, cani abbastanza giovani e inesperti che possono provocare incidenti alle volte con cause gravi, o altro come essere feriti da altri animali in quanto non esperti non determinati come altri cani che nascono randagi ,sottolineando che una volta cresciuto abbandonarlo è un crimine, e come tale è punito dalla legge. Se è vero che gli animali possono colmare un vuoto, soprattutto in questa difficile emergenza sanitaria, è bene riflettere bene prima di far entrare in casa un cane o un gatto . L’uso come gioco degli animali e sempre sbagliato, e non sono mancati casi di persone che hanno acquistato un cane solo per poter uscire di casa durante il lockdown.

Ribadendo che l’acquisto di un cucciolo di razza, inoltre, talvolta alimenta un mercato nero alla cui origine vi è una filiera fatta di maltrattamenti e crudeltà in cui le fattrici son quasi sempre stipate in gabbie al con l’ unico scopo di mettere al mondo cuccioli che, senza controlli sanitari, viaggiano per giorni attraverso l’Europa in condizioni massacranti, e anche nascosti in botole sotto furgoni o auto chiusi in gabbie. Una volta giunti a destinazione, magari spacciati per cuccioli “accuditi da famiglie” o venduti a commercianti compiacenti, spesso si ammalano e muoiono nel giro di qualche settimana Se si vuole adottare un animale, lo si può fare recandosi nei canili o nei gattili. Ma un cucciolo acquistato per Natale è troppo spesso un’azione fatta con superficialità. Se si desidera far entrare in casa un cane o un gatto, è bene rivolgersi ad esperti , a Medici Veterinari che vi possono mettere in contatto associazioni animaliste, che potranno seguire l’adozione con adeguati controlli e valutare la tipologia di cucciolo adatto. Si ringraziano tutte le persone che ci aiutano nel nostro progetto associativo .