Lapio, mamme in rivolta contro il parroco: la protesta durante la festa patronale

Lapio, mamme in rivolta contro il parroco: la protesta durante la festa patronale

27 Novembre 2019

La frattura è sempre più profonda. Il malcontento delle mamme dei bambini del catechismo contro il parroco di Lapio, don Francesco Russo, ha toccato forse l’apice in uno dei giorni più importanti dal punto di vista cristiano per la comunità. Lunedì scorso, giorno dedicato alla patrona Santa Caterina d’Alessandria – tutto il paese era di solito impegnato nella preparazione dei falò in onore della Santa – la comunità non ha mancato di esprimere il proprio disappunto nei confronti del parroco.

Bambini, mamme e fedeli hanno preferito disertare la funzione in Chiesa. Sono rimasti fuori, i bambini “armati di uno striscione eloquente (“Siamo qui per Sua Eccellenza”), solo per salutare, con tanto di candele in segno di speranza, il Vescovo Felice Accrocca.

“Un atto di protesta e di richiesta di attenzione accorato e civile – sottolineano le mamme – che esprime in toto il malessere di una comunità che non può passare inosservato; del resto ormai le messe domenicali sono seguite da pochi fedeli e per non parlare del calo drastico degli iscritti al catechismo. Solo 3 iscrizioni su 14 bambini che dovrebbero ricevere il sacramento della comunione e solo qualche iscrizione in più per il catechismo in generale. Su una sessantina di bambini, poco meno di dieci iscritti”.

“Numeri che devono far per forza far riflettere la diocesi di Benevento, un allontanamento così significativo non era stato mai registrato in questa comunità. Ormai non è solo questione di tradizioni, processioni, percentuali o chiese chiuse ma di pastorale e di catechesi, è in gioco la formazione di anime innocenti e con certe cose non si può scherzare”.

Al momento, Don Francesco Russo non esprime il suo pensiero, preferisce non parlare e si affida al suo legale di fiducia.