“Landolfi” Covid hospital, domani nuovo summit (via web) in Prefettura

“Landolfi” Covid hospital, domani nuovo summit (via web) in Prefettura

21 Ottobre 2020

Alfredo Picariello – In Irpinia servono posti letto per gli ammalati di coronavirus. La direzione strategica dell’azienda ospedaliera “Moscati” di Avellino ha stabilito che il “Landolfi” di Solofra diventi un covid hospital. Ieri, con una lettera del direttore sanitario dell’azienda, Rosario Lanzetta, e del direttore generale, Renato Pizzuti, è stata comunicato il trasferimento temporaneo, da oggi, del personale medico di Ortopedia da Solofra ad Avellino.

Il “Landolfi” di Solofra dovrebbe ospitare “pazienti paucisintomatici”, ovvero persone infette che hanno sintomi lievi di covid-19 (paucisintomatico, dunque, vuol dire avere soltanto qualche colpo di tosse secca, una febbricola al di sotto di trentasette e mezzo che dura uno o due giorni, un generale senso di stanchezza).

Usiamo il condizionale perché, come è noto, la decisione dell’azienda ospedaliera è stata contestata dai sindaci di Solofra, Michele Vignola, di Serino, Vito Pelosi, di Montoro, Girolamo Giaquinto. I tre hanno chiesto, ed ottenuto, per questa mattina un vertice in Prefettura. L’incontro, cui ha partecipato anche Pizzuti, si è tenuto via skype ed è stato presieduto dalla dottoressa Fico, Prefetto vicario.

I sindaci hanno ottenuto una prima “mezza vittoria”. Al tavolo covid che si tiene di consueto in Prefettura, sarà messa all’ordine del giorno la questione “Landolfi”.

“Ci aspettiamo – prosegue il sindaco di Solofra – il rispetto delle istituzioni locali, dei primi cittadini. La decisione è stata presa senza che noi siamo stati interpellati. Il confronto lo abbiamo cercato noi, altrimenti oggi il “Landolfi” sarebbe un covid hospital a tutti gli effetti. Dal confronto possono venire fuori altre soluzioni che, magari, possono fare del bene a tutti. La nostra paura è che l’ospedale di Solofra venga svuotato dalle sue funzioni”.

Il nosocomio della città della concia è già privo del pronto soccorso, chiuso da marzo scorso per lavori di adeguamento. Per fare spazio agli ammalati covid, in tutto 36, non saranno sospese soltanto le attività di Ortopedia, ma anche Medicina e Chirurgia, Ginecologia e Pediatria. Oltre i sindaci, contro l’ipotesi del covid hospital a Solofra, anche le organizzazioni sindacali.