L’alveare dei libri: dieci albi illustrati in otto quartieri, Avellino riparte dai bambini

L’alveare dei libri: dieci albi illustrati in otto quartieri, Avellino riparte dai bambini

28 Ottobre 2019

Alfredo Picariello – Sognano, possono sognare e “viaggiare” anche i bambini dei quartieri di Avellino, dove forse la cultura, quella con la C maiuscola, fa più fatica ad arrivare. Perché il libro è un sogno, una magia, un viaggio. Dieci libri arriveranno in un alveare e arricchiranno le conoscenze dei bimbi di San Tommaso, via Colombo, rione Mazzini, via Roma, Borgo Ferrovia, Bellizzi, Valle e Picarelli. Il progetto “L’alveare dei libri” è il frutto di una rete di partenariato composta dalla Don Tonino Bello Onlus, dalla rete Soma, dalla libreria “L’angolo delle storie”, dalla Flc Cgil, dall’Arci Avellino, dall’assessorato alle Politiche Sociali della Regione Campania, dal Banco Napoli per l’assistenza all’infanzia, con il patrocinio del Comune di Avellino.

“Mettiamo in campo piccole azioni”, dice Stefano Iannillo della rete Soma -. “In una città malata di gigantismo, è una cosa importante. Piccole azioni nella vita dei bambini: forniremo loro un approccio diverso alla vita. Metteremo a disposizione libri in maniera gratuita. Il libro è come un’ape che, svolazzando di fiore in fiore, permette alla natura di rigenerarsi. I libri, con le loro parole, fanno nascere in ognuno di noi il frutto dell’immaginazione”.

L’alveare dei libri: la presentazione

Chiunque può prendere un libro dalla casetta-alveare e leggerlo ad un bambino o ad una bambina. L’importante è rimetterlo poi al suo posto. Il libro si può anche portare a casa, ma dopo averlo letto va riconsegnato. Ognuno di noi può far crescere l’alveare lasciando un libro a disposizione di tutti. Il progetto ha come scopo principale il contrasto e la riduzione delle povertà educative, “un problema molto spesso sottovalutato e che purtroppo anche ad Avellino – in particolar modo in molti quartieri popolari della città – si sta diffondendo di pari passo all’aumento della povertà, della disoccupazione e del depauperamento del territorio”.

Nelle librerie ci saranno, come detto, 10 albi illustrati di Leo Lionni, italoamericano, autore di storie per bambini. In occasione del ventesimo anniversario della sua morte, la casa editrice “BabaLibri” ha dato vita ad una mostra ispirata ai suoi lavori, dal titolo “Tu sei un poeta!”. Mostra visitabile anche presso “L’Angolo delle Storie” di Consiglia Aquino, un presidio di libertà e cultura della nostra città.

“Non sono libri nuovi – afferma Aquino – ma sicuramente innovativi”. Da “Piccolo blu e piccolo giallo” a “Guizzino”, passando per “Cornelio”. Ai bambini sarà regalato anche uno zainetto, all’interno del quale ci saranno pennarelli, colori e quaderni. “Vogliamo educarli alla lettura ma anche alla scrittura”, sottolinea Iannillo.

L’alveare dei libri: la presentazione con gli assessori Mazza e Giacobbe

Il progetto è finanziato dalla Fondazione Banco di Napoli Assistenza all’Infanzia. “Ci sono stati proposti 80 progetti – afferma Patrizia Stasi, presidentessa dell’associazione – ma questo era l’unico che parlava di libri. Per me il libro è una magia, la lettura è uno scalpello che apre nei bambini la voglia di essere liberi”.

Importante il supporto dato dagli assessori Giacobbe e Mazza del Comune di Avellino. “Sono una mamma – afferma l’assessore alle Pari Opportunità Marianna Mazza – e so quanto sia importante il diritto di accesso alla cultura per tutti i bambini”.

Le casette-alveare sono state realizzate dall’artista avellinese Raffaele Lacatena. Si parte mercoledì da San Tommaso, la consegna sarà effettuata alla scuola primaria. Si prosegue, poi, per tutto il mese di novembre: ultima tappa a Picarelli il 12 novembre.