Laceno d’oro, cultura e turismo un binomio possibile all’Abbazia del Loreto

0
5

La quarantesima edizione del Laceno d’Oro, festival internazionale del cinema organizzato dal Circolo di cultura cinematografica “immaginAzione”, punta in maniera decisa alla valorizzazione dei luoghi interessati coinvolti nella kermesse cinematografica.

Su questa traccia, domani, 15 settembre 2015 alle ore 16:00, presso la Biblioteca statale di Montevergine situata nel palazzo abbaziale del Loreto, si terrà il convegno dal titolo “Eventi culturali e Turismo: un binomio possibile”.

Nel corso del convegno, a cui parteciperanno i sindaci e i presidenti delle Pro-Loco dei Comuni di Avellino, Ariano, Atripalda, Candida, Manocalzati, Mercogliano, Mirabella Eclano, Pietradefusi e Summonte, verranno presentati gli Itinerari turistici ed enogastronomici del “Laceno d’Oro”.

Il focus dell’incontro sarà incentrato sulla capacità degli eventi culturali di incidere
sulla presenza e la continuità turistica anche in realtà lontane dai principali
circuiti e dai grandi flussi, grazie ad un’offerta culturale di qualità, alla capacità di programmare le attività in maniera strategica e continuativa, al ricorso ad adeguate politiche di marketing e al coinvolgimento diretto di tour operator e strutture ricettive in modo da fare sistema sul territorio e attirare importanti quantità di spettatori/visitatori.

La giornata proseguirà con l’inaugurazione della mostra dal titolo “Cesare Zavattini. Buongiorno Italia”, curata da Orio Caldiron e Matilde Hockhofler in collaborazione con l’Archivio Cesare Zavattini e la Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia. L’appuntamento è alle 17:30 al Cinema Panopticon del Carcere Borbonico di via Dalmazia ad Avellino.

Scrittore, giornalista, sceneggiatore, autore radiofonico e teatrale, poeta, pittore, Cesare Zavattini è una delle figure più significative del Novecento ancor oggi di sconcertante attualità. La mostra documentaria proverà a ricostruire il percorso di vita e di cultura del “poeta del Neorealismo”, che fu anche presidente di giuria e illustre sostenitore del “Laceno d’oro”.

Alle 19:00, sempre al Cinema Panopticon del Carcere Borbonico verrà proiettato il mediometraggio “The great mother dreaming” per la regia di Nello Conte e Antonio Cola.

In serata il Laceno d’Oro 2015 si sposterà al Movieplex di Mercogliano dove sarà proiettato il film di Stefano Chiantini dal titolo “Storie sospese”, interpretato da Marco Giallini e Maya Sansa, prodotto da Rai Cinema e in concorso nella sezione “Orizzonti” alla 72esima edizione del Festival del Cinema di Venezia appena conclusosi. Al termine della proiezione si terrà l’incontro con l’autore Stefano Chiantini e l’attore Giorgio Colangeli.

In contemporanea, nell’Arena XXIV Maggio di Mirabella Eclano, alle 20:30, si terrà la proiezione del film “Pitza e Datteri” di Fariborz Kamkari e a seguire, incontro con l’attrice Hafida Kassoui.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here