Lacedonia si prepara ad accogliere nuovi minori con il progetto Sprar

Lacedonia si prepara ad accogliere nuovi minori con il progetto Sprar

9 Settembre 2019

Parola d’ordine: integrazione. E il comune di Lacedonia ci sta investendo da diversi anni. E ora, con una delibera di giunta firmata lo scorso 3 settembre, si prepara ad accogliere altri otto minori stranieri non accompagnati da aggiungersi ai sedici già presenti.

Una richiesta inviata al Ministero dell’Interno affinché possa proseguire “il progetto di cui l’ente è titolare al fine di mantenere i servizi di accoglienza integrata già attivi nel Sistema Sprar/Siproimi per le annualità 2020/2022, così come definiti dalla domanda di contributo presentata a valere sulle risorse del Fondo Nazionale di cui Decreto del Ministero dell’Interno 10 agosto 2016” si legge nel documento.

Il primo cittadino Antonio Di Conza da mesi ha più volte manifestato la volontà di proseguire con il progetto e di ampliarne le forze. Da due anni, infatti, il comune è impegnato in una “integrazione attiva”. Secondo Di Conza:”In questi anni Lacedonia ha capito che il  fenomeno dell’accoglienza viene gestito con tutti i crismi, può generare davvero integrazione”.