La stazione di Avellino compie 143 anni: in consiglio comunale si parlerà del suo futuro

0
887

La stazione di Avellino compie 143 anni: in consiglio comunale si parlerà del suo futuro. Per mercoledì 20 aprile, infatti, è stato programmato, in prima convocazione, un civico consesso ad hoc, incentrato sull’elettrificazione della rete ferroviaria del capoluogo e, dunque, anche sulla struttura di Borgo Ferrovia.

Sarà una seduta monotematica richiesta dai capigruppo della maggioranza Elia De Simone, Diego Guerriero, Gerardo Melillo e Nino Montanile, cui saranno invitati a partecipare anche i consiglieri regionali irpini.

La stazione venne aperta il 31 marzo 1879. Il 13 febbraio 1984 venne inaugurato il nuovo fabbricato viaggiatori. Oggi, purtroppo, è un compleanno amaro per la stazione del capoluogo irpino. L’ultimo treno che l’ha attraversata, nel 2021, è stato quello turistico dell’Avellino – Rocchetta. Dal 12 dicembre 2021 la stazione è autosostituita.

E pensare che la stazione aveva in orario 50 treni al giorno, quasi tutti regionali per Benevento e Salerno: dalla stazione partiva anche un interregionale per Roma. Da qualche anno, per rilanciare la stazione, erano stati aggiunti anche alcuni treni per Napoli Centrale.

Una stazione non funzionante significa, automaticamente, anche un lento decadimento del rione Ferrovia. Che, però, sembra in ogni modo voler reagire. Si spera ci riesca.