La scrittrice Ronca presenta libro a Napoli

0
12

La giovane scrittrice irpina Maria Ronca continua il suo tour contro la violenza. La sua prossima tappa il 26 Giugno 2014 alle ore 16:30, presso la Biblioteca “Antonio Labriola”, in Piazza Pacichelli, 10 a S. Giovanni a Teduccio, Napoli. La scrittrice presenta il suo ultimo libro “Quello che lo specchio non riflette”, edito dalla casa editrice “Il Saggio” e proietta il cortometraggio “Dentro la notizia”, da lei realizzato per diffondere la cultura della non violenza. Un progetto nato dall’esigenza di essere presenza e comunicazione, testimonianza e strumento. La violenza continua a seminare morte, i media, gli scrittori, gli amministratori, gli operatori devono parlare, devono sottolineare, devono creare, devono operare per sostenere una battaglia, ormai quotidiana, di elevata criticità. Non si può voltare le spalle, essere indifferenti. Si deve scendere in piazza, sporcarsi le mani, fare di più concretamente; ognuno è parte attiva in questo messaggio di speranza e di riscatto, per quante e quanti sono morti, in nome di un amore malato. Siamo messaggeri di vita, in questa valle di lacrime, per donare una speranza a chi l’ha persa e voce a chi non c’è più. Il viaggio continua, tra paesi e città; una biblioteca, un Comune, una Provincia, un bar, una libreria, una pro – loco, una piazza per diffondere la cultura della non violenza. Un incontro diretto con la sofferenza; la violenza attraverso queste storie vive, si fa memoria per non dimenticare, per tenere alta l’attenzione. La violenza abita nelle nostre famiglie e si nutre di paure e incertezze. Le testimonianze raccolte, dalla sociologa  e scrittrice Maria Ronca, mettono i brividi, lo stomaco borbotta e gli occhi si riempiono di lacrime per l’inferno patito, ma sono anche, un “testamento” di speranza e di coraggio per chi ha detto no alla violenza domestica e non. Dodici storie, quattordici poesie che racchiudono il bisogno di uscire dai propri stereotipi, dalla mentalità gretta e maschilista per  fondare nuova cultura dell’inclusione e della relazione per le nuove generazioni.  Rompere il muro dell’indifferenza, del perbenismo e del silenzio, che per anni ha tenuto imbrigliate tante, troppe donne, ma che oggi sono pronte, a riscrivere un altro capitolo della loro storia.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here