La domenica nera di D’Agostino: nel recupero le reti di Ferrante e Buonopane

0
6230

Michele De Leo – Subire due reti dopo il 90esimo, nella stessa giornata, in due differenti sfide, deve essere davvero difficile da digerire. Il sindaco di Montefalcione e presidente dell’Avellino Angelo Antonio D’Agostino deve aver maledetto i minuti di recupero. In mattinata ha perso l’accesso al massimo scranno di palazzo Caracciolo per un decimo di punto percentuale. Nel pomeriggio, invece, ha visto sfumare una vittoria del suo Avellino, per una rete di Ferrante al 93esimo, che pareva già cosa fatta. Una domenica da lasciarsi alle spalle al più presto per il Patron della squadra biancoverde che potrebbe tornare a sorridere – almeno dal punto di vista calcistico – già nella giornata di mercoledì. L’impegno infrasettimanale dei biancoverdi di Braglia sul campo del Campobasso potrebbe rendere meno amaro il Natale dei tifosi biancoverdi. D’Agostino può certamente sorridere per avere ritrovato il migliore Maniero, autore di una importante doppietta nel match contro il Foggia. E’, però, chiamato a mettere in campo uno sforzo economico per migliorare una rosa che, nonostante una buona ossatura, presenta lacune importanti e la presenza di elementi che sono poco utili al gioco del tecnico toscano. Il percorso dei biancoverdi è sicuramente più insidioso e complicato di quello che – stando alle dichiarazioni estive del Patron – era lecito attendersi ma il traguardo resta a portata di mano della squadra biancoverde che, con gli innesti giusti, può ancora mettere nel mirino un Bari apparso tutt’altro che trascendentale.