La Commissione Contenzioso accelera dopo il lockdown, Spiniello: “Priorità ai debiti fuori bilancio”

La Commissione Contenzioso accelera dopo il lockdown, Spiniello: “Priorità ai debiti fuori bilancio”

13 Giugno 2020

Renato Spiniello – Si è riunita ieri la Commissione Contenzioso di Palazzo di Città alla presenza del presidente Mario Spiniello, della vicepresidente Monica Spiezia e dei componenti Mirko Petrozziello, Giovanna Vecchione e Luigi Urciuoli. Durante il summit dell’organismo si è discusso della delibera di Giunta nr. 65 proposta dall’assessore Marianna Mazza e già attenzionata dalla stessa Commissione nelle riunioni precedenti, delibera che ha a oggetto “criteri e modalità operative per la definizione dei pagamenti dei debiti fuori bilancio inseriti nel Piano di Riequilibrio”.

“Ufficialmente si è dato il la alla costituzione del Comitato di Sorveglianza – precisa il presidente dell’organismo Spiniello -, ossia un gruppo di lavoro che possa monitorare tutti i debiti fuori bilancio inseriti nel Piano di Riequilibrio”.

Tutto questo è stato frutto di un lavoro meticoloso svolto dagli assessori Mazza e Cuzzola e che finalmente ha visto dar vita al gruppo di lavoro di cui faranno parte i dirigenti dell’Ente, il personale dell’ufficio legale, il funzionario dell’ufficio di ragioneria, il personale della segreteria generale e gli avvocati comunali.

“Si darà naturalmente priorità ai debiti fuori bilancio per i quali è già iniziata la procedura di esecuzione forzata o che abbiano ottenuto dal Tar l’ottemperanza del giudicato in modo da evitare ulteriori aggravi per Palazzo di Città – prosegue il consigliere di maggioranza -. I debiti comunque verranno istruiti secondo ordine cronologico di emanazione della sentenza”.

Si darà precedenza alle transazioni già chiuse, poi sempre su richiesta dell’assessore delegato ogni dirigente individuerà, nell’ambito del proprio settore del personale, chi si occuperà dell’istruttoria di ogni debito fuori bilancio.

“Questa attività deve iniziare senza indugio, in modo da arrivare in tempi ragionevoli e rapidi, dopo aver approvato il bilancio stesso, a riconoscere in Consiglio Comunale tutti i debiti ed eventuali transazioni. Un’attività che avremmo potuto svolgere anche prima – conclude Spiniello -, purtroppo l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha rallentato questo percorso per cause naturalmente a noi non imputabili. Ora l’importante è andare avanti e cercare di soddisfare le esigenze dei creditori nel più breve tempo possibile”.