La ballerina Mirella Limotta: “Nella mia vita un calciatore”

1
35

Da Il Biancoverde n°33

Si è diplomata all’accademia di danza di Kledi Kadiu e da allora la sua carriera è in promettente ascesa, tanto che oggi è in tour con il cantante Amedeo Minghi. Lei è Mirella Limotta, biondissima ballerina dal fisico mozzafiato che all’amore per la danza abbina la passione per i biancoverdi.
br> Ciao Mirella, iniziamo parlando del tuo amore più grande: la danza…
Inizio a studiare ballo di coppia all’età di sei anni, poi a 12 anni per svariate ragioni ho lasciato questo ambito e ho iniziato ad approcciarmi alla danza classica e moderna. E’ così che ho scoperto il mio destino: fare la ballerina. Credo che la danza non sia una professione, ma un arte ed essere ballerine non lo si sceglie, ma si nasce. Sono stati anni di sacrifici, io sono di Venticano e nel mio paese non c’erano grandi scuole che mi permettevano di imparare veramente a ballare, quindi ero costretta a spostarmi, prima a San Giorgio, poi a Salerno e infine ad Avellino. Ma è stata Roma la città che mi ha dato di più dal punto di vista professionale.

Infatti da quando ti sei diplomata all’accademia di danza del ballerino albanese lanciato da Maria De Filippi, per te si sono aperte le porte dello spettacolo…
Non solo mi sono state date mille opportunità lavorative, ma ho avuto modo di conoscere e lavorare con dei veri professionisti.

Come è stato l’impatto con una realtà importante come Roma?
Un altro mondo. Prima di tutto perché non è stato facile entrare a far parte della scuola di Kledi. Sono stata provinata ed ho dovuto superare varie fasi in cui dovevo competere con tante altre ballerine. Poi una volta entrata ho iniziato a studiare veramente la danza grazie alla presenza di maestri di fama internazionale.

Hai avuto modo di conoscere gran parte dei professionisti che ballano e hanno ballato nella trasmissione Amici di Maria de Filippi. Chi ti è rimasto più impresso?
Anbeta per me è l’incarnazione della danza, ogni volta che la vedi ballare hai davanti a te la perfezione. E’ una ballerina molto precisa e seria, attraverso la quale percepisci la danza come un’arte.

Quali sono state le tue esperienze televisive subito dopo il diploma?
Ho fatto parte del corpo di ballo di Domenica In e di altre trasmissioni Rai, poi ho ballato in diversi spettacoli teatrali e adesso sono in tour con Amedeo Minghi.

Mi descrivi le tue sensazioni quando sali sul palco?
Sono indescrivibili. Quando salgo sul palco, ma anche semplicemente quando sto tra quelle quattro mura in cui si respira odore di parquet e di pece, i sentimenti e le emozioni si moltiplicano e diventano fortissimi, al confine tra gioia, felicità e ansia di prestazione.

Cosa vedi nel tuo futuro?
Solo e soltanto la danza. Da un po’ di tempo ho iniziato anche ad insegnare e devo dire che è un’altra esperienza che mi regala grandi soddisfazioni. Insegnare alle bambine, è per me ogni giorno una scoperta nuova. Spero di poter presto aprire una scuola tutta mia, per il momento sono itinerante.

Oltre la danza non nascondi un’altra passione: ogni domenica non ti perdi una partita dell’Avellino…
Sì, quando l’Avellino gioca in casa sono sempre al Partenio Lombardi, altrimenti con i miei amici, rigorosamente maschi, ci riuniamo in casa e guardiamo la partita in tv.

Ma come nasce questa passione per l’Avellino?
Un po’ perché i miei più grandi amici sono fans dei Lupi, un po’ perché ho una storia sentimentale con un ex calciatore dell’Avellino.

Puoi svelarci il nome?
No, preferisco di no, perché in questo periodo stiamo decidendo che piega deve prendere la nostra storia. Purtroppo in mesi sono stati segnati dalla distanza: io nella capitale, lui in Lombardia e non abbiamo avuto modo di vederci molto. Però lui è presente nella mia vita e spero ci resti.

Hai ceduto al fascino del calciatore?
La ballerina e il calciatore hanno tanti punti in comune. Entrambi abbiamo una vita sacrificante, ore ed ore ad allenarci. Sia nella danza che nel calcio, ci vuole tanta tenacia.

Vuoi fare un augurio all’Avellino?
Certo sempre Forza Lupi!

1 COMMENT

  1. Credo che tu she una bella persona con i un velo di tristezza i nterna anche infelicita lieve fare del rovescio di questo tuo lavoro e il tempo che velocemente pass a ti auguro serenita in piu saluti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here