Italia Popolare: “Via Tagliamento non può essere la sede del Pd”

0
8

Avellino – Le vicende politiche degli ultimi giorni hanno segnato l’abbandono del Pd da parte dell’on. Ciriaco De Mita con le conseguenti dimissioni di una parte dei dirigenti irpini del Partito Democratico. Una situazione evidenziata da Giandonato Giordano, coordinatore provinciale di Italia Popolare, in una lettera indirizzata alla presidente del Pd Vanda Grassi. Una nota in cui illustra la dicotomia tra il neonato Pd e le tradizioni del popolarismo nonché l’inopportunità di adibire la sede di via Tagliamento a quartier generale del Pd. “Ciriaco De Mita – recita la missiva – rappresenta la storia politica dei cattolici democratici in Italia e in questa provincia. Per questo motivo la storica sede di Via Tagliamento non può essere mantenuta dall’attuale Pd. Noi di Italia Popolare, nati per difendere la tradizione del popolarismo e la sua storia, riteniamo che la sede che ha segnato la vita della Dc e del Partito Popolare debba essere affidata agli eredi di quella tradizione. Non a caso nel salone di via Tagliamento campeggia la foto di De Gasperi durante il famoso e ricordato comizio del 1953 a simboleggiare l’icona di un passato purtroppo umiliato e superato da un Partito Democratico che di sicuro non rappresenta la continuazione di quella storia nemmeno in Irpinia, dove gli eredi veri sono fuoriusciti dal nuovo soggetto politico. Conoscendo la sua sensibilità la prego di farsi garante di questa istanza. In caso contrario Italia Popolare seguirà tutte le strade per ottenere il riconoscimento della sede di via Tagliamento ai veri eredi della Dc”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here