Istituto “De Sancti – D’Agostino”: convegno per la Festa Nazionale degli Alberi

0
477

Si terrà lunedì 22 novembre presso l’auditorium dell’Istituto Tecnico Agrario e per Geometri ‘F. De Sanctis – O. D’ Agostino’, dalle 15 alle 19, il convegno programmato per la celebrazione della Festa Nazionale degli Alberi.

Un’iniziativa importante che mette al centro del dibattito le tematiche dell’agroalimentare declinate all’architettura e ai principi dell’ecologia e della sostenibilità sul territorio irpino.

Nel meeting di inizio settimana, un pool di esperti, insieme alle istituzioni, discuterà sulle linee programmatiche del piano verde ad Avellino, della gestione sostenibile delle aree verdi e di quella economica della filiera agroalimentare.

L’incontro nasce dalla sinergica collaborazione tra l’Istituto Agrario e per Geometri ‘F.De Sanctis .- O. D’Agostino’, con il Comune di Avellino, e insieme all’ Ordine Agronomi e Forestali Avellino, all’Ordine degli Architetti di Avellino, al Dipartimento di Architettura Federico II Napoli in occasione della Festa Nazionale degli Alberi.

A salutare la platea partecipante e il tavolo di lavoro ci saranno il dirigente scolastico l’ing. Pietro Caterini, Gianluca Festa, sindaco di Avellino, Erminio Petecca, presidente dell’Ordine degli architetti di Avellino e Antonio Capone, presidente della DDAF – Dipartimento degli Agronomi e Forestali – di Avellino. A moderare gli interventi di Francesco Castelluccio, vicepresidente DDAF  di Avellino, Mara Nardiello,  consigliere DDAF,  Rino Borriello, vicepresidente AIVEP Padova Parma, gli agronomi Monica Perna e Roberta Cataldo, Gruppo di Lavoro Studio Risorsa Verde, Emma Buondonno, professoressa di architettura dell’Università degli studi di Napoli Federico II, DIARC e assessore urbanistica del comune di Avellino, ci sarà l’agronomo Giuseppe Freda.

Molti gli argomenti previsti per la giornata, partendo dall’importanza del ruolo, produzioni e varietà dell’olivo in Irpinia, proseguendo con l’attenzione alle caratteristiche e funzione dell’albero di castanea sativa protagonista dei boschi irpini, con la gestione sostenibile dei boschi alla luce dei finanziamenti europei nel breve e lungo periodo, con la valutazione economica estimativa del valore ornamentale degli alberi e delle procedure per la determinazione del costo da richiedersi in caso di discussione legale, e con la convenienza economica di potature forzate e abbattimento degli alberi esempio pratico.